Composizione domestica, xilografia di Aldo Rossi - Credits: Galleria Antonia Jannone, Fondazione Aldo Rossi
Maastricht, xilografia di Aldo Rossi - Credits: Galleria Antonia Jannone, Fondazione Aldo Rossi
La caffettiera, xilografia di Aldo Rossi - Credits: Galleria Antonia Jannone, Fondazione Aldo Rossi
Teatro del Monzo, xilografia di Aldo Rossi - Credits: Galleria Antonia Jannone, Fondazione Aldo Rossi
News

La grafica secondo Aldo Rossi

Alessandro Mitola

Aldo Rossi. Grafica è il titolo della nuova retrospettiva dedicata a uno dei più importanti attori dell’architettura contemporanea.

Per la prima volta in Italia, la Galleria Antonia Jannone di Milano ospita le ultime xilografie eseguite da Aldo Rossi nel 1997, accanto a una serie di preziose incisioni realizzate con la tecnica dell’acquaforte, della puntasecca e dell’acquatinta. 

Opere nate dalla sperimentazione con i processi della fotoincisione e della stampa offset, o con la combinazione di tecniche miste, realizzate dal progettista milanese a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta.

L’esposizione accende un faro sull’inesauribile ricerca condotta da Aldo Rossi nel campo dell’immagine, strettamente legata alla riproduzione seriale, lavorando fianco a fianco con noti incisori come Arduino Cantafora e Giorgio Upiglio a partire dai primi anni Settanta.

E lo fa mettendo in scena subito dopo il Salone del Mobile, per la precisione dal 20 aprile al 14 maggio, oltre venti soggetti che spaziano da Il cimitero di Modena a La fontana di Segrate, i suoi oggetti d’affezione, dalle caffettiere a Le cabine dell’Elba, il suo immaginario poetico e personale, da Il caffè del Mattino a Il leopardino azzurro.

Storytelling
Giorgio Biscaro, tra iconicità e innovazione
Storytelling
I primi 40 anni di Apple: l'evoluzione del design
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto