Elena Manferdini, fruttiere, 2005, prototipi in acciaio e in cartone
Scott Henderson, cestino “Spider Bowl”, 2009, prototipi in acciaio inossidabile
Abi Alice, vassoio “Resonance”, 2009, prototipo in acciaio inossidabile
Alessandro Mendini, “vaso Venini”, 2004, prototipi in acciaio inossidabile e vetro
Hans Hollein, caffettiera Melitta, 1980, prototipo in ottone e resina plastica
Acconci Studio, servizio da tè e caffè “Tea & Coffee Towers”, 2002, prototipo in resina plastica
Doriana e Massimiliano Fuksas, servizio per bevande fredde “Pesci”, 2008, prototipi in resina plastica e in stoneware
Giulio Iacchetti (direzione artistica), progetti di: Marco Ferreri, Alessandro Gnocchi, Giulio Iacchetti, Chiara Moreschi, Mario Scairato e Alessandro Stabile, “Alessi goes digital” – ricerca per una collezione di penne native digitali, 2013/2016, prototipi in resina plastica
Mario Trimarchi, orologio da polso e da parete “Aritmia”, 2010, prototipi in acciaio verniciato, metacrilato e carta
Satyendra Pakhalé, contenitori “Steel Wave Family”, 2003, prototipi in alluminio, ottone nichelato, porcellana e resina plastica
Danilo Leonardi e Valentina Antinori – TAGMI, “Libellula”, 2011, 51. Danilo Leonardi e Valentina Antinori – TAGMI, “Libellula”, 2011, prototipi in ferro, resina plastica, legno e LED
Toyo Ito, servizio di bicchieri e set per sale, pepe e soia, 2010/2012, prototipi in vetro e resina plastica
News

Alessi IN-Possible. Quando l’idea non è ancora prodotto

Non una mostra dedicata alla storia di prodotti realizzati, bensì ai progetti rimasti in cantiere. A raccontare la parte meno conosciuta della collezione del Museo Alessi, che con i suoi 25mila oggetti e 19mila disegni custodisce uno spaccato del design contemporaneo, è il percorso espositivo presentato da Triennale Design Museum e Museo Alessi, realizzata in collaborazione con il Design Museum Holon in Israele.

Si intitola Alessi IN-possible
. Quando l'idea non è ancora prodotto, a cura diFrancesca Appiani, e presenta una ricca selezione di progetti mai entrati in produzione in casa Alessi. E lo fa mostrando un punto di vista inedito: la vita dietro le quinte e il dialogo tra designer, disegnatori, tecnici di produzione, responsabili del marketing prodotto e della comunicazione. 

Il percorso espositivo, visitabile dal 17 dicembre all’8 gennaio, si sviluppa attraverso oltre 50 progetti ordinati cronologicamente, dagli anni Venti del Novecento a oggi. A firmarli sono alcuni dei più famosi designer e architetti italiani e internazionali come Ettore Sottsass, Achille Castiglioni, Aldo Rossi a Philippe Starck, Zaha Hadid, Patricia Urquiola, Ronan e Erwan Bouroullec.

E a completare questo viaggio è l’incontro di giovedì 12 gennaio ospitato dalla Triennale, IN-possible Talk, con la curatrice Francesca Appiani e la partecipazione di Francesco Morace, Luciano Canova, Chiara Luzzana e due dei designer in mostra: Giulio Iacchetti e Chiara Moreschi.

Products
Regali di Natale: trolley di design
News
Design Miami: cosa non perdere
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La ceramica che scommette sull’innovazione

La ceramica che scommette sull’innovazione

Nel cuore del distretto di Sassuolo, Marazzi Group inaugura uno stabilimento ad alta automazione. Dove l’ingegno visionario dei designer si trasforma in realtà
Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Un progetto suggestivo a tema natalizio, che prende forma attraverso una duplice scenografia luminosa visibile fino al prossimo 6 gennaio
L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

Un’opera site-specific che prende forma sulla copertura de L’Illa Diagonal, edificio progettato da Rafael Moneo e Manuel de Solà-Morales
La casa-museo di Tony Salamé

La casa-museo di Tony Salamé

A Beirut, ospiti dell’imprenditore nel retail di lusso e creatore della Aïshti Foundation, Tony Salamé. Che ha fatto della ricerca della bellezza una ragione di vita. E del collezionismo d’arte contemporanea una missione
I 240 anni del Teatro alla Scala

I 240 anni del Teatro alla Scala

Una mostra per ripercorrere l’evoluzione del Teatro e della città di Milano, dal XVIII ad oggi. Con il progetto di Italo Lupi, Ico Migliore e Mara Servetto