Alessandro Mendini, ST, 1986, nitro su tela - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
News

Arduino Cantafora e Alessandro Mendini in mostra a Milano

Alessandro Mitola

Architetti, artisti e scrittori, due anime del Postmoderno. Arduino Cantafora e Alessandro Mendini, nella mostra Cose, case, città ospitata da Antonio Colombo Arte Contemporanea, si cimentano in un serrato confronto di stili, linguaggi e ossessioni antitetiche.

L’esposizione, curata da Ivan Quaroni e visibile fino al prossimo 19 maggio, raccoglie opere di diversi periodi, dagli anni Ottanta a oggi, che incarnano aspetti diversi, anche contrapposti, della cultura visiva postmoderna al confine tra arte e architettura.

Arduino Cantafora, allievo e collaboratore di Aldo Rossi fino al 1978, ma con un background che affonda le radici nell’interesse scientifico per una lucida e razionale riproduzione realistica, presenta alcuni dipinti di vedute di città silenti della serie Domenica Pomeriggio, insieme alle composizioni complesse dei Teatri di Città, e una selezione di opere più piccole dedicate a scorci di interni.

Di Alessandro Mendini, invece, sono esposte opere su tavola e tela, dipinte con una vernice alla nitro, oggetti e prototipi, accanto a una serie di disegni realizzati negli ultimi anni. Opere inserite in un wallpainting policromo site specific.

Cose, casa, città è un’occasione per approfondire l’operato di due protagonisti della cultura progettuale italiana, tra arte e architettura.

Alessandro Mendini, Senza Titolo, 1996, nitro su legno - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Alessandro Mendini, 1986, ST, nitro su legno - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Alessandro Mendini, Senza Titolo, 1996, nitro su legno - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Alessandro Mendini, Documenta Kassel 8, 1987, tempera su tela - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Alessandro Mendini, Senza Titolo, 1996, nitro su legno - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Alessandro Mendini, Six Giovanni Scacchi, 2013, scultura in Plexiglas, prototipo. Edizione in 9 esemplari - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Alessandro Mendini, Oggetto Banale, cafettiera, scultura, 1980. Edizione di 12 esemplari - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Arduino Cantafora, Domenica pomeriggio IV, 2006, vinilico e olio su tavola - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Alessandro Mendini, 1986, ST, nitro su legno - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Arduino Cantafora, Teatri di città II, 2014, vinilico e olio su tavola
A. Cantafora, Teatri di città I, 2014, vinilico e olio su tavola, cm 80x120 - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Arduino Cantafora, Le Venezie possibili, 2014, vinilico e olio su tavola - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Arduino Cantafora, Domenica, 2006, vinilico e olio su tavola - Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Credits: Antonio Colombo Arte Contemporanea
Places
Nuova sede a New York per la Carpenters Workshop Gallery
Milano Design Week
I Raw Edges sbarcano a Milano con Herringbones
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto