Ettore Sottsass, Antiche Ceramiche, Samarra, 1990
Richard Sapper, Bandung, Alessi, 1992
Ilaria Innocenti, Muselet, Incipit Lab
Carlo Contin, Mediterraneo
Giovanni Levanti, Sguardo
News

Un’asta di design alla Triennale

Appuntamento ghiotto per tutti gli amanti del design, fissato per giovedì 17 gennaio alle ore 19.00 presso lo spazio Agorà della Triennale di Milano. Si tratta di un’asta benefica di pezzi d’autore donati da aziende e progettisti esposti nella sezione dedicata al design contemporaneo di Storie. Il design italiano, in onda fino al 20 gennaio.

Dalla sedia di Aldo Rossi per Molteni alle macchinine di legno di Matteo Ragni, dalla lampada di Patricia Urquiola per Foscarini alla collezione di ritratti dei Maestri di Massimo Giacon, passando per il vaso Samarra di Ettore Sottsass e la teiera Bandung di Richard Sapper. Una carrellata di 37 pezzi la cui vendita andrà a sostenere il progetto Tutti pazzi per l’arte, promosso da Consorzio Farsi Prossimo Onlus, che prevede la realizzazione di laboratori di arte-terapia per persone affette da disagio psichico.


«L’asta è una di queste forme, forse la più direttamente esemplificativa delle leggi del mercato, in cui il valore dell’oggetto nasce direttamente dalla domanda», ha affermato la curatrice della sezione, Chiara Alessi. «Ma è anche, simbolicamente, una bella chiusura per l’esperienza della mostra: una diaspora di oggetti, che dallo scenario immobile dell’esposizione si spostano in quello vivo delle case delle persone. Oltretutto per una buona causa».

Subito prima dell’asta, alle ore 18.30, è prevista una visita guidata della sezione dedicata al design contemporaneo con Chiara Alessi e alcuni dei designer convolti nel progetto. La lista completa degli oggetti, accompagnata dalle basi d’asta, si può consultare qui.