Bauhaus Dessau, 1926 - Credits: Bauhaus-Archiv, Collezione Fotostiftung Schweiz
Brocca e posacenere disegnati da Marianne Brandt, 1924 - Credits: Bauhaus-Archiv, Collezione Fotostiftung Schweiz
Monaco ortodosso, Monastero di Praskvica, Yugoslavia,1930 - Credits: Bauhaus-Archiv, Collezione Fotostiftung Schweiz
Walter Gropius, 1926 - Credits: Bauhaus-Archiv, Collezione Fotostiftung Schweiz
News

Il Bauhaus attraverso la lente di Lucia Moholy

Alessandro Mitola

L’edizione 2016 di PHotoEspaña, annuale forum internazionale di fotografia di casa a Madrid, si apre con una delle voci più rilevanti della fotografia modernista: Lucia Moholy.

Lucia Moholy, A Hundred Years è il titolo della mostra promossa da Fondazione Loewe, che dal prossimo 1 giugno al 30 agosto prenderà forma nella capitale spagnola, con la curatela di María Millán.

Fotografa, scrittrice e storica. Una vera e propria intellettuale impegnata. Lucia Moholy, nata a Praga nel 1894, si unì all’Università del Bauhaus nel 1923 in seguito al matrimonio con l’artista ungherese László Moholy.

Ben presto, iniziò a documentare le attività artistiche e di design dell’accademia in una serie di straordinarie fotografie, che le valsero il ruolo di fotografa ufficiale dell’istituzione fino al 1928.

Ritratti di colleghi e amici del Bauhaus, scatti di esterni e interni della struttura che comprendono i panorami del nuovo edificio di Dessau. Ma anche immagini che illustrano i prodotti creati all’interno dei laboratori della scuola sposando puro design e funzionalità.

Quello promosso da Loewe è un percorso tra primi piani, chiaroscuri, angolature inconsuete e tecniche fotografiche considerate insolite per il tempo, che regalano una tensione compositiva e una complessità grafica con cui Lucia Moholy ha anticipato i futuri sviluppi modernisti.

«Pensando ad un artista per l’edizione 2016 del festival, la scelta è stata naturale quando abbiamo analizzato l’opera di Moholy. È una donna e un personaggio affascinante e la mostra si sofferma sul suo calibro di pensatrice e artista. Che stia fotografando una persona o un oggetto, l'importanza che Moholy attribuisce a linee, luce e texture risulta evidente. Questo è ciò che la rende attuale e che crea un connubio perfetto con Loewe, una maison fondata sul design e la tecnica», spiega Jonathan Anderson, direttore creativo di Loewe.

Milano Design Week
Bross, la collezione firmata Giulio Iacchetti e Michael Schmidt
NYC Design
A New York una mostra celebra l’universo di Artek
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Sardinia Paradise: Villa Azzurra

Sardinia Paradise: Villa Azzurra

Al via la stagione 2018 del Forte Village con due nuove ville che interpretano il concetto di ospitalità a cinque stelle
Party negli studi di architettura, a Roma

Party negli studi di architettura, a Roma

Dal 24 al 26 ottobre si svolge l’ultima tappa dei party itineranti negli studi di architettura organizzati dall'agenzia TOWANT
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia