BMD - Architecture - addenda architects - Credits: addenda architects, 2019
BMD - Architecture - addenda architects - Credits: addenda architects, 2019
BMD - Architecture - addenda architects - Credits: addenda architects, 2019
BMD - Architecture - addenda architects - Credits: addenda architects, 2019
BMD - Architecture - addenda architects - Credits: addenda architects, 2019
Exhibition Versuchsstätte Bauhaus. The Collection - Credits: Foto: Thomas Meye
Exhibition Versuchsstätte Bauhaus. The Collection - Credits: Foto: Thomas Meye
Exhibition Versuchsstätte Bauhaus. The Collection - Credits: Foto: Thomas Meye
Exhibition Versuchsstätte Bauhaus. The Collection - Credits: Foto: Thomas Meye
Exhibition Versuchsstätte Bauhaus. The Collection - Credits: Foto: Thomas Meye
News

Apre il nuovo Bauhaus Museum di Dessau

Attesissimo, dopo due anni e mezzo di lavori è stato inaugurato domenica 8 settembre il nuovo Bauhaus Museum di Dessau, che celebra il centenario della nascita del movimento con una nuova istituzione culturale dedicata all'architettura.

Progettato dallo studio di Barcellona addenda architects - vincitore del concorso a cui hanno partecipato oltre 800 studi da tutto il mondo – è stato concepito come “edificio nell'edificio” composto da un blocco in cemento inserito in una struttura di vetro. Lungo circa 105 metri e alto 12 metri, si presenta come un parallelepipedo dalle superfici specchianti, animato da rigore e sobrietà estetica.

Immerso nel contesto urbano di Dessau, unisce idealmente città e natura affacciandosi da un lato al parco e dall'altro al centro cittadino.

Cuore del museo è il primo piano, dove si trova il The Black Box, un cubo in cemento della superficie di 1.500 mq che sembra fluttuare nello spazio. Per progettarlo, gli architetti si sono ispirati alla costruzione dei ponti utilizzando come sostegno due rampe di scale distanti 50 metri l'una dall'altra. Illuminato soltanto da luce artificiale e dotato di uno speciale impianto di climatizzazione, accoglie gli oggetti più preziosi e delicati.

«Rimanendo sempre visibile, così sospeso, il The Black Box vuole simboleggiare l'eredità del Bauhaus nell'architettura contemporanea», racconta Roberto González di addenda architects.

Al piano terra, invece, si trova l'Open Stage, posizionato tra i vani scala. Questo spazio polifunzionale ospita una hall, la biglietteria, una caffetteria e un negozio, oltre a 600 mq di spazio dedicato alle esposizioni temporanee, alle performance e ai concerti. Abbracciano il The Black Box e l'Open Stage le vetrate a tutta altezza che si snodano sui quattro i lati del museo, interrotte soltanto da un'insegna neon. «L'ispirazione viene dal Padiglione di Barcellona di Mies Van der Rohe, un edificio molto importante per gli abitanti della città», continua Roberto González.

Ad aprire il programma espositivo del museo è la mostra Versuchsstätte Bauhaus. The Collection, curata da Regina Bittner, Dorothée Brill e Wolfgang Thöner, che racconta la storia della celebre scuola Staatliches Bauhaus attraverso gli oggetti della Bauhaus Dessau Foundation, che con i suoi 49.000 pezzi è la seconda collezione più vasta al mondo legata al movimento tedesco.