HMK 56, la due ruote disegnata da Ralf Kittmann, 2007 - Credits: Ralf Kittmann
News

Le bici del futuro

Alessandro Mitola

Bike to the Future è il titolo della nuova rassegna promossa dal Design Museum Gent in collaborazione con la IMF Foundation: uno sguardo a 360 gradi sull’universo della bicicletta e sulla sua evoluzione.

Una rassegna a cura di Elisabetta Pisu, Evelien Bracke e Thomas Wittouck, che raccoglie una selezione di progetti nati dalla matita dei più importanti progettisti internazionali, che nell’ultima decade hanno brillantemente reinterpretato la due ruote.

Dalla bicicletta elettrica messa a punto da Philippe Starck alla Bamboo firmata Ross Lovegrove, passando per la due ruote pieghevole senza raggi progettata da Gianluca Sada.

Il museo belga presenta un excursus tra prototipi e concept, risultato di un processo alchemico tra design, artigianato e tecnologia. E ancora, accessori come caschetti luminosi muniti di airbag, luci magnetiche, antifurti tecnologici e sistemi di navigazione smart.

Parallelamente, fino al prossimo 23 ottobre, Bike to the Future accoglie una sezione dedicata alla mobilità e alla sicurezza stradale, con particolare attenzione ai segni di trasformazione del tessuto urbano finalizzati a recepire strutture sostenibili.

Il prototipo disegnato da Paul Timmer, 2015 - Credits: Design museum Gent
MASS, la bicicletta elettrica firmata Phillippe Starck, 2014 - Credits: Phillippe Starck
77/011 Metropolitan, la bicicletta Rizoma in fibra di carbonio e alluminio, 2015 - Credits: Rizoma
Alérion, la bicicletta di Keim Cycles, 2014 - Credits: Keim Cycles
Biolove, il prototipo disegnato da Ross Lovegrove per Biomega, 1997-1998 - Credits: Ross Lovegrove
Kangaroo, il prototipo disegnato da Riccardo Randi, Andrea Sangalli, ed Edoardo Ferrari (IT), 2015 - Credits: Riccardo Randi, Andrea Sangalli, Edoardo Ferrari
La sere Mia, la bicicletta in carbonio di Cinelli, 2013 - Credits: x
Sada Bike, la bicicletta pieghevole disegnata da Gianluca Sada, 2014 - Credits: Gianluca Sada
STRiDA, la bicicletta disegnata da Mark Sanders, 2015 - Credits: Mark Sanders
Ele, la bicicletta disegnata da Mojtaba Raeisi, 2016 - Credits: Mojtaba Raeisi
KleinLaster, il prototipo Nele Dittmar, 2016 - Credits: Nele Dittmar
FLIZ, il prototipo disegnato da Tom Hambrock e Juri Spetter, 2010 - Credits: om Hambrock e Juri Spetter
WooBi, la city bike disegnata da Matteo Zugnoni, 2015 - Credits: Matteo Zagnoni
Storytelling
Jacques Tati e l'arte della scenografia
News
Caimi Brevetti presenta Snowsound, tra suono e design
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale
L’architettura dell’ex Jugoslavia in mostra a New York


L’architettura dell’ex Jugoslavia in mostra a New York


Al Museum of Modern Art un viaggio alla scoperta dei quarantacinque anni di architettura jugoslava. Fino al 13 gennaio 2019
Essere e tempo

Essere e tempo

Trasparenze evanescenti, sfumature naturali e pensieri fluttuanti scanditi da orologi e accessori importanti. Sono attimi sospesi per giocare con i dettagli preziosi del momento
I quadri di Marc Chagall a Mantova

I quadri di Marc Chagall a Mantova

In concomitanza con il Festivaletteratura, dal 5 settembre, Palazzo della Ragione ospita oltre 130 opere tra cui il ciclo completo dei 7 teleri dipinti da Chagall nel 1920
Una notte al Joshua Tree, in California

Una notte al Joshua Tree, in California

Un’oasi di pace dove godere di uno scenario mozzafiato nel bel mezzo del deserto, tra rocce scolpite e cieli stellati. Ecco Folly dello studio Cohesion