Fabio Marullo e Matteo Cibic - Credits: Francesco Pizzo
A sinistra, l’opera Untitled 2016 di Fabio Marullo. A destra, il Vasonaso Inverno di Matteo Cibic
Fabio Marullo e Matteo Cibic - Credits: Francesco Pizzo
News

Biennale di Venezia, Matteo Cibic e Fabio Marullo a dialogo

Matteo Cibic, classe 1983, designer. Fabio Marullo, classe 1973, artista.

Due universi che convergono durante la Biennale di Venezia e più precisamente in occasione di My Art Guides: Venice Meeting Point, la piattaforma curata dalla casa editrice Lightbox.

Il risultato è Orbite, un dialogo virtuale tra Matteo Cibic e Fabio Marullo concepito come una riflessione sul valore del tempo e del suo inevitabile passaggio.

Da un lato il designer con il progetto Vaso Naso, ovvero un'incessante ricerca che per tutta la durata dell’anno vedrà nascere un vaso al giorno, mentre dall’altro lo sguardo meditato della pittura velata dell’artista.

Per l'occasione, Matteo Cibic selezionerà 4 pezzi unici dalla sua produzione, classificati per sequenza numerica e corrispondenti all’ingresso dei giorni del cambiamento delle stagioni. Fabio Marullo, invece, dopo aver scelto su un campionamento di colori individuati precedentemente attraverso uno studio per tipo quello più verosimile, realizzerà quattro nuovi lavori pittorici.

I quattro vasi unici saranno smaltati mediante la tinta prescelta per ogni giorno del cambiamento e, dal 26 al 28 maggio, andranno a dialogare con i dipinti installati presso il Circolo Ufficiali della Marina Militare all’Arsenale di Venezia.