VUOLE SPECCHIARSI IN 10 RITRATTI, in “Tempo”, XVII, 10, 10 marzo 1955, p. 35
News

L’arte degli anni ’50 e ’60 vista dai rotocalchi

Inaugura il 18 ottobre al Museo del Novecento di Milano, la mostra BOOM 60! Era arte moderna realizzata da Electa, che racconta l’arte degli anni Cinquanta e Sessanta attraverso le immagini dei mensili e dei settimanali, i cosiddetti rotocalchi, tanto in voga in quel periodo.

Sono gli anni del boom economico – ecco il titolo della mostra – ma anche gli anni della dolce vita e del fermento artistico e culturale in cui testate come "Epoca", "Tempo", "Le Ore", "Oggi", "L'Europeo" e tante altre riviste illustrate raggiungono tirature eccezionali e vendite superiori a quelle dei quotidiani.

L’arte trova così largo spazio sulle riviste dell’epoca non solo come espressione artistica, ma come un vero e proprio fenomeno di costume.

L’immagine dell’arte moderna che traspare dai rotocalchi è un’immagine diversa, alternativa rispetto ai salotti colti dei critici e degli addetti ai lavori, molto più vicina alla cultura di massa di quanto non sia mai stata. I più grandi artisti italiani del tempo – Lucio FontanaAlberto Burri, ma anche i pittori nucleari e gli artisti cinetici – trovano spazio sulle riviste accanto alle celebrità del cinema, della televisione e dello spettacolo.

La mostra, che sarà visibile fino al 26 marzo 2017, nell'allestimento curato da Atelier Mendini, conta circa centoquaranta opere di pittura, scultura e grafica in dialogo con le pagine delle riviste dell’epoca. Una sorta di grande edicola d'altri tempi che offre al pubblico uno spaccato sui diversi modi in cui è stata raccontata l’arte moderna, dalle copertine alle inchieste, dalle rubriche di critica e collezionismo alla pubblicità fino all’illustrazione e alla satira.

BERNARD BUFFET IN ROLLS ROYCE,CANNES, 1961, stampa fotografica, 1961, Milano, Archivio Giancolombo
G. Livi, L’ANIMA CON IL BUCO, in “L’Europeo”, XVI, 8, 21 febbraio 1960, pp. 30-31
Giuseppe Coco, “ME NE DIA UN METRO” (Si fa per ridere), in “Settimo Giorno”, XV, 17, 24 aprile 1962, p. 4
Renato Birolli, ONDULAZIONE MARINA, 1955, olio su tela, cm 115 x 160, MAC - Museo d'Arte Contemporanea di Lissone
Places
I migliori ristoranti di design a Milano
News
La quarta edizione di Milano Design Film Festival
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi