Il nuovo museo ADAM di Bruxelles - Credits: ADAM - Christophe Licoppe / Befocus
La macchina da scrivere Valentine, progettata per Ettore Sottsass per Olivetti nel 1969 - Credits: Art & Design Atomium Museum (ADAM) - Elie Leon
L'appendiabiti Cactus di Guido Drocco e Franco Mello del 1972 - Credits: Art & Design Atomium Museum (ADAM) - Elie Leon
La sedia universale di Joe Colombo del 1965, prodotta da Kartell dal 1967 - Credits: Art & Design Atomium Museum (ADAM) - Elie Leon
Electric Plug, una scultura ironica di Peter Klasen del 1971 - Credits: Art & Design Atomium Museum (ADAM) - Elie Leon
La sedia Cantilever di Verner Panton, una rivoluzione nel 1967 che rifiuta le quattro gambe e i materiali della sedia tradizionale - Credits: Art & Design Atomium Museum (ADAM) - Elie Leon
Un'opera di César del 1970 - Credits: Art & Design Atomium Museum (ADAM) - Elie Leon
La poltrona LCP di Maarten van Severen, prodotta da Kartell nel 2002 - Credits: Art & Design Atomium Museum (ADAM) - Elie Leon
Il nuovo museo ADAM di Bruxelles - Credits: ADAM - Christophe Licoppe / Befocus
Il nuovo museo ADAM di Bruxelles - Credits: ADAM - Christophe Licoppe / Befocus
Il nuovo museo ADAM di Bruxelles - Credits: ADAM - Christophe Licoppe / Befocus
La scala del nuovo museo ADAM di Bruxelles, opera di Jean Nouvel - Credits: ADAM - Christophe Licoppe / Befocus
News

A Bruxelles un nuovo museo dedicato al design

Si chiama Plasticarium la straordinaria collezione di oggetti di design in plastica esposta presso l’ADAM - Art & Design Atomium Museum, il nuovo museo del design di Bruxelles. Con i suoi 2.000 pezzi è la  più grande collezione del suo genere in Europa e la seconda più grande al mondo. Include oggetti di uso quotidiano dagli anni 60 a oggi di designer come Joe Colombo e Verner Panton, ma anche importanti opere d'arte di artisti di fama internazionale come César e Arman.

Il nuovo museo si trova a pochi passi dall'Atomium, il noto monumento in acciaio costruito in occasione dell'Esposizione Universale del 1958. Ed è proprio il dipartimento esposizioni di questo monumento a essersi fatto promotore dell'iniziativa. Il nucleo della raccolta è stato messo insieme da Philippe Decelle, che ha iniziato a collezionare negli anni 80.

Oltre alla collezione permanente, l'ADAM ospita anche mostre temporanee dedicate all'arte e al design del XX secolo e di oggi. Degna di nota è la scala esterna dell'edificio, opera di Jean Nouvel, architetto, urbanista e designer che ha dichiarato: "Non faccio nessuna differenza quando disegno una sedia e quando invece penso a un'architettura; credo piuttosto che ogni singolo progetto necessiti di un'idea di design totale. A ogni domanda posta, cerco l’oggetto 'elementare', la cui forma finale possa corrispondere 'all'essenza' dell'idea. Questa risposta deve essere adeguata e unica, la testimonianza culturale e tecnica sia della nostra epoca, che della nostra civiltà".

(Ha collaborato Chiara Parise)

Storytelling
Richard Sapper, Maestro del gusto contemporaneo
News
Premio Pritzker 2016: vince Alejandro Aravena
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
A proposito di lusso

A proposito di lusso

Samsung ha lanciato “Luxury Led for Home”, una sala cinema per l’ambiente domestico realizzata in collaborazione con aziende italiane e internazionali
Nike React si evolve

Nike React si evolve

Il brand di Portland svela un nuovo programma ISPA, che sta per Improvise, Scavenge, Protect, Adapt. E presenta le nuove Nike REACT LW WR Mid ISPA
Alcune riflessioni sul consumo collaborativo

Alcune riflessioni sul consumo collaborativo

Un dibattito sui modelli di condivisione di luoghi e spazi quali cohausing e coworking che rimettono al centro del vivere quotidiano le relazioni tra le persone. Mercoledì 21 novembre a Milano
Welcome Back: riedizioni di design

Welcome Back: riedizioni di design

Gli arredi dei grandi Maestri vengono rieditati dimostrando tutta la loro contemporaneità. Icone senza tempo che trovano spazio in qualsiasi ambiente, rivelando il loro fascino intramontabile
Gallerie Aperte 2018: una serata nel segno dell

Gallerie Aperte 2018: una serata nel segno dell'arte


Giovedì 29 novembre le gallerie milanesi del distretto 5VIE propongono un’apertura serale sincronizzata e un programma diffuso di talk