Sou Fujimoto Architects, House NA, Tokyo, Japan, 2011 - Credits: Ph. Iwan Baan
News

La casa giapponese in mostra al MAXXI di Roma

Il museo MAXXI di Roma ospita fino al prossimo 26 febbraio la mostra The Japanese House. Architettura e vita dal 1945 a oggi, dedicata al tema della casa nell’architettura e nella società giapponese.

Una mostra organizzata in collaborazione con la Japan Foundation, Barbican Centre di Londra e il Museo nazionale di arte moderna di Tokyo che raccoglie le opere di oltre 50 architetti giapponesi, tra archistar come Kenzo Tange, Toyo Ito, Kazuyo Sejima e Shigeru Ban, maestri come Seike Shirai, Kazuo Shinohara, Kazunari Sakamoto e giovani progettisti meno conosciuti.

The Japanese House è la prima mostra italiana dedicata a un tema che ha prodotto alcuni dei più influenti esempi di architettura moderna e contemporanea. Con un allestimento disegnato da Atelier Bow-Wow, comprende disegni, modelli, fotografie d’epoca e contemporanee insieme a video, interviste, spezzoni di film e manga, riproduzioni in scala reale di frammenti e sezioni di edifici particolarmente significativi.

Tre sono i temi affrontati nel percorso espositivo: la convivenza, tra aspetti tradizionali e innovazione architettonica estrema; la continuità della cultura giapponese e in particolare tra l’esterno e l’interno della casa, tra natura e artificio, tra materiali antichi e tecnologicamente evoluti; il ruolo dello spazio domestico in Giappone, tra arte, architettura, cinema e fumetto. 

Terunobu Fujimori, Leek House, 1997 - Credits: Ph. Akihisa Masuda
Terunobu Fujimori, Leek House, 1997 - Credits: Ph. Akihisa Masuda
Hideyuki Nakayama, O House, 2009 - Credits: Ph. Mitsutaka Kitamura
Tezuka Architects (Takaharu + Yui Tezuka), Roof House, 2001 - Credits: Ph. Katsuhisa Kida/FOTOTECA
Tezuka Architects (Takaharu + Yui Tezuka), Roof House, 2001 - Credits: Ph. Katsuhisa Kida/FOTOTECA
Office of Ryue Nishizawa, Moriyama House, 2005 - Credits: Takeshi Homma
Toyo Ito, White U, 1976 - interno - Credits: Ph. Koji Taki
Toyo Ito, White U, 1976 - esterno - Credits: Ph. Koji Taki
Sou Fujimoto Architects House NA Tokyo, Japan 2011 - Credits: Ph. Iwan Baan
Antonin Raymond - Raymond House & Studio in Azabu, 1951 - Credits: Courtesy of RAYMOND ARCHITECTURAL DESIGN OFFICE,INC.
Antonin Raymond - Raymond House & Studio in Azabu, 1951 - Credits: Courtesy of RAYMOND ARCHITECTURAL DESIGN OFFICE,INC.
Takemitsu Azuma, Tower House - Credits: Ph. Mehrdad Hadighi
Kenzo Tange - House, 1953 - Credits: Courtesy of Michiko Uchida
Atelier Bow – Wow - House and Atelier - Credits: Courtesy of Atelier Bow – Wow
Atelier Bow – Wow - Pony Garden - Credits: Courtesy of Atelier Bow – Wow
Atelier Bow – Wow - Pony Garden - Credits: Courtesy of Atelier Bow – Wow
Atelier Bow – Wow - Split Machiya - Credits: Courtesy of Atelier Bow – Wow
Atelier Bow – Wow - Split Machiya (facciata) - Credits: Courtesy of Atelier Bow – Wow
Places
Cinque hotel di design a Venezia
Products
Le lampade da tavolo più belle del 2016
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La ceramica che scommette sull’innovazione

La ceramica che scommette sull’innovazione

Nel cuore del distretto di Sassuolo, Marazzi Group inaugura uno stabilimento ad alta automazione. Dove l’ingegno visionario dei designer si trasforma in realtà
Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Un progetto suggestivo a tema natalizio, che prende forma attraverso una duplice scenografia luminosa visibile fino al prossimo 6 gennaio
L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

Un’opera site-specific che prende forma sulla copertura de L’Illa Diagonal, edificio progettato da Rafael Moneo e Manuel de Solà-Morales
La casa-museo di Tony Salamé

La casa-museo di Tony Salamé

A Beirut, ospiti dell’imprenditore nel retail di lusso e creatore della Aïshti Foundation, Tony Salamé. Che ha fatto della ricerca della bellezza una ragione di vita. E del collezionismo d’arte contemporanea una missione
I 240 anni del Teatro alla Scala

I 240 anni del Teatro alla Scala

Una mostra per ripercorrere l’evoluzione del Teatro e della città di Milano, dal XVIII ad oggi. Con il progetto di Italo Lupi, Ico Migliore e Mara Servetto