Sbircio di Daniele Piazzola è il progetto vincitore della seconda edizione del concorso di design 'Make It' Odd
Il progetto consiste in una serie di box impilabili che grazie alla particolare deformazione angolare consentono di curiosare il contenuto
News

Il vincitore del concorso di design Make It Odd

Si è conclusa la seconda edizione di Make It Odd, il concorso di design dedicato alle nuove leve del design indetto da Istituto Marangoni e Cappellini.

Il vincitore è il progetto Sbircio di Daniele Piazzola, che ha colto in pieno la richiesta della giuria: immaginare un complemento di arredo non convenzionale.

Il progetto prevede una serie di box impilabili realizzati in materiale plastico, che tramite la caratteristica deformazione angolare invitano a curiosarne il contenuto. E grazie alla loro modularità consentono di creare infinite soluzioni a seconda delle esigenze.

Daniele Piazzola si aggiudica una borsa di studio offerta dall’azienda Cappellini per il Master di Italian Product & Furniture Design, in partenza il prossimo ottobre presso School of Design di Istituto Marangoni di Milano.

Massimo Zanatta, Direttore di Istituto Marangoni School of Design, ha commentato: «Siamo certi che il Master, che partirà questo autunno, vedrà la partecipazione di un nuovo interessante talento, pronto ad immaginare gli oggetti del futuro, ispirati dal talento Made in Italy».

News
Back to the Future, la collezione di mobili di Studio Dimore Collection
Products
Thonet completa la serie 860 con nuovi arredi
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento