La cucina Swatch, progettata da Josefina Colombero, Franco Nabor e Rima Nafouj
La cucina Swatch, progettata da Josefina Colombero, Franco Nabor e Rima Nafouj
La cucina Penelope, progettata da Lorenzo Paoli, Nehir Iren e Cari Espinosa
La cucina Penelope, progettata da Lorenzo Paoli, Nehir Iren e Cari Espinosa
La cucina Penelope, progettata da Lorenzo Paoli, Nehir Iren e Cari Espinosa
La cucina C-ater, progettata da Zoya Rehman, Fiorella di Cunto e Gabriel Valls
La cucina C-ater, progettata da Zoya Rehman, Fiorella di Cunto e Gabriel Valls
News

Come sarà la cucina del futuro?

Lo scorso 12 luglio si è conclusa la seconda edizione di Conviviality 4 Kitchen and Modern Living, il workshop internazionale del Master Universitario “Industrial Design for Architecture” del Politecnico di Milano e POLI.design, realizzato in collaborazione con Frigo 2000il supporto tecnico di Abimis.

Quale sarà il futuro della cucina domestica? E quali saranno le abitudini dei sui protagonisti? A partire da queste domande, Venere Ferraro, docente del master con Federico Elli e Riccardo Negri, ha assegnato agli studenti tre tipologie di utenti: lo chef di uno yacht privato, la food blogger nel suo spazio di cucina outdoor e l’aspirante chef nella sua cucina di casa. Un mese dopo gli studenti hanno prodotto tre progetti: Penelope, la cucina pensata per lo yacht; Swatch quella per la food blogger che opera all’aperto; e C-ater quella per l’aspirante chef.

Una giuria formata dall’architetto Aldo Parisotto (Studio Architetti Parisotto e Formenton), dalla designer e architetto Michela Baldessari (Baldessari e Baldessari), dallo chef Gaia Giordano di Spazio Niko Romito (il progetto nato dallo chef stellato Niko Romito) e dall’architetto Giovanni Antonelli Dudan (Dudan design) ha decretato i vincitori.

Si tratta di Josefina Colombero, Franco Nabor e Rima Nafouj, autori della cucina Swatch, un progetto in cui «la tradizione è il rispetto e l’amore per la cucina e la tecnologia è la consapevolezza dell’uso progettuale di strumenti innovativi e materiali architettonici evoluti».

 

Places
Galerie d’Architecture: uno spettacolo chiamato architettura
Places
Fondation Carmignac
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
I cinque articoli più letti del 2018

I cinque articoli più letti del 2018

Le nuove aperture tra design, arte e food; le novità in fatto di sedute, lampade e tavoli; le tendenze per l’arredo bagno. Ecco la classifica degli contenuti più letti durante l’anno
Museo Ferrari: raccontare il mito

Museo Ferrari: raccontare il mito

In occasione del 120° anniversario della nascita di Enzo Ferrari, il museo di Maranello presenta due mostre che ripercorrono la storia dell'azienda. Ma non solo: anche un restyling del museo firmato Benedetto Camerana
Flying Nest: l’hotel nomade firmato Ora-ïto

Flying Nest: l’hotel nomade firmato Ora-ïto

Nasce da un’idea del gruppo alberghiero francese AccorHotels, con il progetto del designer francese. Per montarlo basta mezza giornata
Arredare con il legno

Arredare con il legno

Tavoli, tavolini, sedie, sgabelli e molto altro. Da scoprire nel servizio fotografico di Jeremias Morandell con il set design di Martina Lucatelli
Riconsiderare il ruolo dell

Riconsiderare il ruolo dell'arte: Azulik Uh May

Nella giungla della penisola dello Yucatan, è nato uno spazio espositivo la cui architettura è stata modellata attorno agli alberi. Un luogo che invita a ribaltare gli schemi mentali, in tutti i campi