Vortex di Joris Laarman
Il Mirror Avarice di Barnaby Barford
Il Mirror Sloth di Barnaby Barford
Kineticism di Charles Kalpakian
Kineticism di Charles Kalpakian
Vortex di Joris Laarman
Engineering Temporality di Markunpoika
Engineering Temporality di Markunpoika
Stone Fossil di Nucleo
Stone Fossil di Nucleo
Souvenir of the last century di Nucleo
News

Dal Pad di Londra, i cinque design emergenti

Laura Barsottini

A Londra, al PAD, il Padiglione di Arte e Design (nona edizione, 62 gallerie di design d’autore di cui 15 new entries), Icon ha visitato il Contemporary Design Pavillion: ecco i cinque giovani designer più interessanti del momento.

Barnaby Barford, classe 1977, si è laureato al Royal College of Arts di Londra. Ha ricevuto nel 2004 il premio come Young Designer of the Year dal Wallpaper magazine e ha lavorato su commissione per numerosi musei internazionali e per marchi di lusso come Louis Vuitton. Piace perché realizza i suoi prodotti miscelando materiali preziosi e ricercati, come il cristallo o la porcellana, in maniera originale ed innovativa. Incantano i suoi Mirror, fantastici specchi realizzati in ceramica, smalto, vetro, legno e lamina d’oro.

Charles Kalpakian è nato a Beirut nel 1982. Ha collaborato con importanti studi di design internazionale, tra cui Ora Ito e Christopher Pillet. Trae ispirazione per le sue opere dalla cultura della street-art francese e libanese. Ha esposto in fiera Kineticism, una struttura ipnotica in legno laccato che rivoluzione il concetto tradizionale di libreria. A metà strada tra la pittura tridimensionale e il mobile di design, Kineticism cattura immediatamente lo sguardo dello spettatore ed è perfetto per accogliere libri ed oggetti di piccole dimensioni.

Nucleo è un collettivo di artisti e designer diretto da Piergiorgio Robino con sede a Torino. Attivo nel campo dell'arte contemporanea, del design e dell'architettura, il collettivo ha esposto le proprie opere nei più importanti musei del mondo. In fiera, Nucleo ha presentato i Store fossil, oggetti-scultura ispirati dalla natura. Pezzi unici realizzati con materiali preziosissimi come i lapislazzuli o le ametiste che mantengono inalterato e visibile il processo da cui prendono forma.

La ricerca di Joris Laarman, giovane designer tedesco classe 1979, punta sulla purezza estetica unita alla tecnologia più. A Londra ha esposto Vortex, una consolle, che può essere utilizzata anche come libreria, realizzata modulando lastre di alluminio attraverso un generatore digitale di logaritmi.

Tuomas Markunpoika (1983) è un designer finlandese che vive in Olanda. Per la serie Engineering Temporality esposta da PAD, il designer ha vinto il premio come Furniture Design of the Year del London Design Museum. Si tratta di elementi di arredo realizzati manipolando in maniera originale l’acciaio tubolare, il materiale più comune nella costruzione di mobili. Markunpoika ne stravolge l’uso comune, tagliando l'acciaio tubolare in piccoli anelli che poi ricompone in forme sempre innovative ed eccentriche.

 

 

 

Products
Illuminazione d’interni: 5 lampade a sospensione per il soggiorno
Storytelling
10 oggetti iconici dal design italiano
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento