Credits: Serie Serie 8080, la poltroncina prodotta da Porsche Design
Credits: Austrian Design Explosion
Credits: Braun, la poltroncina progettata dallo studio Schoene-HeileWelt per BRAUN Lockenhaus
Credits: Lilith, la seduta progettata da Gregor Eichinger per BRAUN Lockenhaus
Credits: La seduta Thonet N.14 disegnata da Michael Thonet nel 1860
Credits: Ladder, la scala in legno curvato a vapore progetta da Charlie Styrbjörn Nilsson per Gebrüder Thonet Vienna
Credits: Econ, la penna disegnata da EOOS per LAMY
Credits: Gli occhiali da sole Porsche Sidewall, ispirati alle prime maschere da sci
Credits: L'orologio da polso prodotto da Jacques Lemans
Credits: Il bracciale a cerchio Freywille disegnato
News

Il design austriaco sbarca a Milano

Alessandro Mitola

Austrian Design Explosion, ovvero un’esplosione di esempi-chiave del panorama austriaco nel campo del design e della tecnologia. In occasione della partecipazione a EXPO 2015, l’Austria porta in Triennale alcuni dei più importanti pezzi della storia del design, in un fil rouge che spazia tra architettura, moda, musica, cinema e arte.

Fino al prossimo 5 luglio, la retrospettiva, curata da Robert Punkenhofer, si snoderà attraverso 120 opere di aziende e professionisti creativi austriaci, con un allestimento affidato a Dieter Spath che si ispira a un disegno esploso in 3D dell'industria automobilistica.

Tra le opere in mostra non potevano mancare grandi classici del design come la seduta Thonet N. 14 disegnata da Michael Thonet nel 1860, le opere in vetro di Adolf Loos per Lobmeyr e le creazioni di Helmut Lang e la Sachertorte. Rigore e minimalismo sono applicati anche a progetti tecnologici per migliorare il quotidiano: il dispositivo per la disinfezione dell’acqua ad azionamento solare Wadi di Helioz, la KTM Freeride E 2015, ovvero la prima moto da enduro completamente elettrica, componenti per automobile voestalpine in acciaio leggero temprato a pressione, la bicicletta pieghevole VELLO e un motore per aereo di BRP-Powertrain.