Credits: La locandina dell'iniziativa benefica di Design for Nepal
Credits: Un manufatto in vendita a Design for Nepal
Credits: Un momento della lavorazione di un manufatto in vendita a Design for Nepal
Credits: Un momento della lavorazione di un manufatto in vendita a Design for Nepal
Credits: Un manufatto in vendita a Design for Nepal
News

Design for Nepal: vendita di beneficenza per i terremotati

Laura Barsottini

Etnico ma buono. CC-Tapis, azienda italiana che da 16 anni realizza tappeti artigianali nell’entroterra nepalese con un approccio sostenibile, organizza una serata di beneficenza in favore del Nepal. Il team è stato di recente a Kathmandu per seguire l’inserimento scolastico delle prime due classi di bambini aiutati in poche settimane dalla nascita dall’associazione CC-FOR EDUCATION, la Onlus creata dal brand, e ha vissuto in prima persona la catastrofe causata dal terremoto dello scorso 25 aprile.


Giovedì 28 maggio, presso lo showroom di via San Simpliciano al numero 6, a partire dalle ore 18.30 sarà possibile contribuire alla causa con l’acquisto di case antisismiche coibentate con lana di vetro composte da una stanza, un soggiorno e una cucina (1.500 euro l’una, con garanzia di 50 anni). Sarà possibile assicurare forniture di cibo, kit di pronto soccorso e materiali per rifugio a 25 euro. Oppure si potrà garantire un anno scolastico ai bambini nepalesi dall’asilo al liceo (270 euro per un anno di asilo, 360 euro per un anno di elementari, 480 euro per un anno di medie e 600 euro per un anno di liceo).


A un mese di distanza dal terremoto, danno manforte a CC-Tapis alcune tra le più importanti realtà legate al mondo design: Brera Design District, Dilmos, Spazio Pontaccio, Spotti, Understate e la designer Patricia Urquiola
. Nel corso della serata sarà possibile acquistare una selezione di pezzi delle loro collezioni, il cui ricavato sarà interamente devoluto in beneficenza.