Elena Salmistraro, Salvadanaio Proteus - Credits: Courtesy Camp Design Gallery, Milano
Laura Daza, Ciotola rocciosa blu e porta specchio lunare - Credits: Courtesy Camp Design Gallery, Milano
Uno schizzo di Onka Allmayer-Beck - Credits: Courtesy Camp Design Gallery, Milano
Dossofiorito, Balena - Credits: Courtesy Camp Design Gallery, Milano
Analogia Project, Spiny - Credits: Courtesy Camp Design Gallery, Milano
Stanzanumerotre, Ciotola e piatto - Credits: Courtesy Camp Design Gallery, Milano
News

Design giovane da collezione

Per chi non si fosse proprio portato avanti con i doni natalizi ed è in cerca di qualcosa di speciale, l’occasione da non perdere è Young Collectible, mostra mercato alla Camp Design Gallery di Milano. Durerà giusto lo spazio di un weekend, quello cruciale a una settimana esatta da Natale, il 17 e 18 dicembre.

Curata dalle galleriste Beatrice Bianco e Valentina Lucio, Young Collectible raccoglie i lavori di sei realtà emergenti del design. Si tratta di opere in piccola scala, nella maggioranza dei casi autoprodotte, quanto di più vicino ci sia al prototipo o all’oggetto artistico. Ed era proprio nei propositi delle galleriste che questa selezione mostrasse “un approccio libero, con la possibilità di esplorare nuove estetiche senza rischi” e quella “dimensione progettuale più intima” che è il tratto iniziale comune a ogni progetto, ancora intriso di possibilità.

Veri e propri oggetti da collezione firmati Onka Allmayer-Beck, Laura Daza, Dossofiorito, Analogia Project, Elena Salmistraro, Stanzanumerotre che non rappresentano solo una preziosa occasione sperimentale per gli artisti stessi, ma portano nelle case di chi vivrà con quei vasi, quelle “opere scultoree e funzionali”, una più fresca idea di design.