Credits: Opera di Alessandra Roveda, che abbina il "fare maglia" al design.
Credits: La "Biblioteca itinerante" di Federico Peri, che propone complementi solitamente lontani dagli ambienti casalinghi in chiave artigianale e preziosa.
Credits: La "Panchetta" di Federico Peri, che propone complementi solitamente lontani dagli ambienti casalinghi in chiave artigianale e preziosa.
Credits: Porcellana lavorata a mano da Giorgia Brunelli, alisa GioveLab, su creazioni di Paolo Lessio.
Credits: "Fossili" del pluripremiato team di Gumdesign.
Credits: "Versante" del pluripremiato team di Gumdesign.
Credits: "Costellazioni" di Jamais San Toi.
Credits: "Wooden Balilla" di Johnny Hermann, che realizza piccole icone contemporanee in legno.
Credits: La "Cucina leggera" di KM0design: pensata per essere realizzata in un fablab, si compone di pezzi realizzati con stampanti 3D smontabili e componibili.
Credits: "Less is home" di Maya.
Credits: "Contradition" dello studio MicroMacro fondato a Pechino nel 2011 che rivisita archetipi dell'arredamento cinese in chiave contemporanea.
Credits: "Easydia" e "Easyolo", sedie e tavolo dello studio di ProgettOArcadia.
Credits: Arredi minimalisti per Stefano Fortuna.
News

10 oggetti di design indipendente e autoprodotto

Laura Barsottini

Come ogni ambito creativo, anche quello del design ha la sua nicchia alternativa. Che si dà appuntamento ormai da cinque anni a Torino, al festival Operæ - Independent Design Festival (dal 10 al 12 ottobre negli spazi di Torino Esposizioni). Cosa di meglio per scoprire le tendenze più nuove e originali? 

Creatività ed esigenze di mercato, tecnologie d'avanguardia, nuovi modelli produttivi e know how artigianale si incontrano nell'esposizione di quasi un centinaio di giovani designer provenienti da tutta Italia ma anche da Germania, Regno Unito, Giappone, Francia e Cina. Al festival, entrano a pieno titolo anche i progetti degli studenti, come quelli dell'Istituto Europeo di Design di Torino e dell'Università degli studi della Repubblica di San Marino/Università IUAV di Venezia.

Accanto alle aree dedicate al prodotto, Operæ accoglie anche una sezione curata da Fruit, mostra mercato della micro editoria indipendente, che a Torino presenta una speciale edizione dedicata a realtà che ibridano graphic design, illustrazione, fotografia e fumetto.

Sempre in questi giorni (dall'8 ottobre fino al 17 novembre), parte Natural, quarantesima edizione del contest internazionale dedicato a designer e appassionati di arredamento provenienti da tutto il mondo lanciato da Formabilio (brand italiano di arredi e complementi ecosostenibili pensati da designer di tutto il mondo attraverso concorsi di idee online, scelti da una community di appassionati di design, realizzati da piccole aziende del made in Italy e acquistabili online dalla piattaforma formabilio.com).

News
10 poltrone di design che sembrano altro
News
Cartone & design: 10 oggetti d'arredamento
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La ceramica che scommette sull’innovazione

La ceramica che scommette sull’innovazione

Nel cuore del distretto di Sassuolo, Marazzi Group inaugura uno stabilimento ad alta automazione. Dove l’ingegno visionario dei designer si trasforma in realtà
Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Un progetto suggestivo a tema natalizio, che prende forma attraverso una duplice scenografia luminosa visibile fino al prossimo 6 gennaio
L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

Un’opera site-specific che prende forma sulla copertura de L’Illa Diagonal, edificio progettato da Rafael Moneo e Manuel de Solà-Morales
La casa-museo di Tony Salamé

La casa-museo di Tony Salamé

A Beirut, ospiti dell’imprenditore nel retail di lusso e creatore della Aïshti Foundation, Tony Salamé. Che ha fatto della ricerca della bellezza una ragione di vita. E del collezionismo d’arte contemporanea una missione
I 240 anni del Teatro alla Scala

I 240 anni del Teatro alla Scala

Una mostra per ripercorrere l’evoluzione del Teatro e della città di Milano, dal XVIII ad oggi. Con il progetto di Italo Lupi, Ico Migliore e Mara Servetto