DiscoGufram, sofas by Atelier Biagetti, 2018 - Credits: Courtesy of Gufram © TOILETPAPER
Expansion Table by Cesar 1977 at Demisch Banat - Credits: Courtesy of Demisch Danant
Lina Bo Bardi - Palanti - Credits: Foto: RUY TEIXEIRA
Sedia Portaritratti Gaetano Pesce, 2016 - Credits: Courtesy of the artist and Salon 94 Design
All-wood Chlacc chair by Pierre Chapo, ca. 1979
Forest of Books by Sou Fujimoto 2017 at Galerie Philippe Gravier - Credits: courtesy of Galerie Philippe Gravier
Yoskue Ushigome - Credits: Foto: Mark Cocksedge
Frank Kolkman Studio - Credits: Foto: Mark Cocksedge
O Portable Studio - Credits: Foto: Mark Cocksedge
News

Dove arte e design si incontrano: Design Miami

Nata come costola della fiera d'arte moderna e contemporanea Art Basel, Design Miami è una delle kermesse più attese nel settore del design da collezione. Giunta alla 13esima edizione, torna ora a Basilea dal 12 al 17 giugno con 47 gallerie da tutto il mondo oltre a mostre collaterali, eventi satellite, conferenze e incontri. Protagoniste saranno come sempre le intersezioni tra arte e design, con opere che trascendono epoche e discipline. Pochi e chiari i leitmotiv di questa edizione: la tradizione nella lavorazione del vetro e della ceramica, la gioielleria contemporanea e la ricerca tessile.

Attesissime le cinque le gallerie che debutteranno alla manifestazione: la veneziana Caterina Tognon, le parigine Galerie Mitterand e Galerie Regis Mathieu, l'americana The Future Perfect (Los Angeles, New York e San Francisco) e la Side Gallery di Barcellona.

Tante le mostre personali che verranno inaugurate durante la fiera, di cui una da non perdere: quella della galleria Friedman Benda dedicata al designer Nendo, che per l'occasione presenterà Watercolour Collection, una linea di 18 elementi d'arredo che si ispirano all'effetto della pittura ad acqua sulla carta.

Ecco gli highlight di questa edizione di Design Miami.

Swarovski Designers of the Future Award

Come ogni anno, il premio Swarovski Designers of the Future Award lancia uno sguardo sulle connessioni tra design e tecnologia selezionando tre giovani designer per la loro capacità di sviluppare opere pionieristiche. A essere scelti quest'anno sono Frank Kolkman, designer olandese specializzato nelle tecnologie robotiche, Study O Portable, studio nippo-olandese, e Yosuke Ushigome di TAKRAM, realtà giapponese specializzata in tecnologie emergenti. A loro è stato chiesto di elaborare, usando i cristalli Swarovski, un progetto che illustrasse nuove modalità di interazione tra le persone e con l'ambiente circostante. Ne sono nati progetti visionari, come la Dream Machine di Frank Kolkman, un ambiente immersivo che attraverso i cristalli Swarovski genera motivi luminosi e sonori che si connettono con le onde cerebrali per stimolare uno stato di rilassatezza; oppure le ricerche di Study O Portable, che ha invece esplorato l'offuscamento della luce e del colore creato dai cristalli, per creare successivamente una serie di superfici che saranno tradotte in oggetti come tavoli, luci e schermi; o ancora, l'opera Can Crystals Interface Us to AI? di Yosuke Ushigome, che si è interrogato sulle potenzialità del cristallo Swarovski nel campo dell'Intelligenza Artificiale e della Smart Home. I tre progetti verranno presentati in un'unica installazione allestita negli spazi della fiera dal 12 al 17 giugno.

Design at large

È la sezione più suggestiva, con le sue installazioni imponenti e di impatto. A curare questa edizione di Design at large, dedicata alle opere di grandi dimensioni, è il fotografo François Halard, diventato celebre per aver ritratto gli atelier di Louise Bourgeois, Luigi Ghirri, Saul Leiter, Robert Rauschenberg e Cy Twombly. Tra i progetti che verranno esposti quest'anno, lo Stone Screen Tokonoma di Masatoshi Izumi e Koichi Hara, presentato da Gallery Japonesque, che riflette sul rapporto tra natura e architettura, lo store belga Dujardin progettato negli anni Sessanta da Gaetano Pesce, portato alla fiera da Galerie Downtown, e un altro progetto di Gaetano Pesce, la monumentale Sedia Portaritratti, presentata da Salon 94 design. E poi, altri due progetti made in Italy: Discogufram di Gufram, una vera e propria discoteca in cui immergersi nelle atmosfere pop degli anni Sessanta e la mostra organizzata da Nilufar Gallery Lina Bo Bardi Giancarlo Palanti - Studio d’Arte Palma 1948 – 1951, la più vasta collezione mai esposta degli arredi firmati da Lina Bo Bardi.

Art of the italian two wheels

Dedicata agli amanti delle due ruote: tra gli eventi collaterali della fiera ci sarà un estratto della mostra Art of The Italian Two Wheel, presentata questo inverno al Design District di Miami. L'esposizione presenterà parte della collezione di motociclette italiane degli anni '60 e '70 di Stuart Parr, architetto, designer e produttore cinematografico americano. Tra i modelli esposti, ci sarà una Benelli 175 SS del '60, alcune Ducati 750 SS e 900 SS e una MV Agusta 125 Pullman del '63, oltre a una Laverda 750 SFC e un modello progettato dallo stesso Parr.

Design Curio

Torna anche quest'anno una delle iniziative più fortunate delle ultime edizioni: Design Curio, la serie di installazioni immersive che ricalcano le “cabinet of curiosites” e che verranno allestite negli spazi fieristici. Tra le chicche di questa edizione, quella dedicata a Ettore Sottsass, presentata da Ivan Mietton: Ettore Sottsass: Una Piccola Stanza, che riproduce il living di Sottsass nel 1965, quando incontrò Fernanda Pivano. Curiosissima (e senza precedenti), l'installazione Origins: Design from the Ancient World, della galleria parigina Galerie Chenel e di Oscar Humphries, un allestimento che esplora le radici del design esponendo alcuni manufatti realizzati tra il 200 a.c. e il 200 d.c. Altra installazione interessante sarà French Lighting, 1950 –1980, presentata dalla Galerie Meubles et Lumières, che ripercorre il design francese dell'illuminazione attraverso le opere di designer come Boyer, Michel Buffet, Guariche, Mathieu, Michel Mortier e Ben Swildens.

News
A Reggio Emilia il festival dedicato alla fotografia

Speciale Biennale
La geometria della spiritualità: Vatican Chapels
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La ceramica che scommette sull’innovazione

La ceramica che scommette sull’innovazione

Nel cuore del distretto di Sassuolo, Marazzi Group inaugura uno stabilimento ad alta automazione. Dove l’ingegno visionario dei designer si trasforma in realtà
Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Un progetto suggestivo a tema natalizio, che prende forma attraverso una duplice scenografia luminosa visibile fino al prossimo 6 gennaio
L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

Un’opera site-specific che prende forma sulla copertura de L’Illa Diagonal, edificio progettato da Rafael Moneo e Manuel de Solà-Morales
La casa-museo di Tony Salamé

La casa-museo di Tony Salamé

A Beirut, ospiti dell’imprenditore nel retail di lusso e creatore della Aïshti Foundation, Tony Salamé. Che ha fatto della ricerca della bellezza una ragione di vita. E del collezionismo d’arte contemporanea una missione
I 240 anni del Teatro alla Scala

I 240 anni del Teatro alla Scala

Una mostra per ripercorrere l’evoluzione del Teatro e della città di Milano, dal XVIII ad oggi. Con il progetto di Italo Lupi, Ico Migliore e Mara Servetto