Platinum Yoga Unicorn by Jasmin Anoschkin (2019) - Credits: Courtesy of Hostler Burrows
Aqua Alta Set by Virgil Abloh (2018) - Credits: Courtesy of Carpenters Workshop Gallery
Bubble armchair and Coral Light sculpture by Léa Mestres and William Coggin (2019) - Credits: courtesy of Gallery SCENE OUVERTE
In Circulation Bus Stop Benches Rooms Studio in collaboration with Max Machaidze, 2018 - Credits: Courtesy of Rooms St
Table a gorge’’ dining table by Charlotte Perriand (1950) - Credits: courtesy of Magen H.Gallery
A Boy from Texas by Robert Wilson (2019) - Credits: Courtesy of Cristina Grajales Gallery, Robert Wilson, and Corning Museum of Glass
Artwork by Roberto Lugo (2019) - Credits: Images by Neal Santos - courtesy of Wexler Gallery
Tangara Collection by Luis Pons (2019), - Credits: courtesy of Luis Pons
News

Le novità della prossima edizione di Design Miami 2019

Dal 3 all'8 dicembre, parallelamente a Art Basel, torna la fiera Design Miami con una quindicesima edizione tutta nuova: per la prima volta, infatti, si terrà all'interno del Pride Park, area verde completata di recente.

Tema di questa edizione, curata per la seconda volta Aric Chen, sarà Elements: Water, un invito a celebrare l'acqua attraverso opere che ne evocano la forza. Seguendo questa traccia, la Galerie Scene Ouverte, al suo debutto in fiera, presenterà la poltrona Bumble, ispirata all'oceano, e la scultura luminosa Coral di Léa Mestres, mentre la Carpenters Workshop Gallery esporrà la serie di mobili "affondanti" Aqua Alta di Virgil Abloh.

Vero protagonista della fiera sarà come sempre l'artigianato contemporaneo, rappresentato da interpretazioni contemporanee delle lavorazioni tradizionali del vetro, della ceramica e dei tessuti. La Wexler Gallery metterà in mostra le nuove ceramiche di Roberto Lugo in un'installazione immersiva che unirà hip-hop e arti decorative, mentre la Galleria Antonella Villanova rivelerà le opere di Helen Britton, i cui viaggi attraverso la Germania dell'Est hanno dato forma a vasi di vetro e cemento percorsi dalla ruggine. Alla Cristina Grajales Gallery verrà invece allestita A Forest for Paul Thek, mostra dedicata ai lavori in vetro di Robert Wilson ispirati all'artista americano Paul Thek e prodotti in collaborazione con il Corning Museum of Glass di New York, e da Hostler Burrows andranno in scena le creature oniriche di Platinum Yoga Unicorn dell'artista Jasmin Anoschkin.

Altro trend è quello legato al design giapponese, che andrà in scena alla Erik Thomsen Gallery, da Pierre Marie Girard, Jason Jacques Gallery, Galerie Philippe Gravier e Moderne Gallery; mentre varie gallerie hanno scelto di rendere omaggio ad alcune delle artiste più influenti del XX secolo come Charlotte Perriand – da Galerie Patrick Seguin e Magen H Gallery – e Suzanne Ramié, che sarà ricordata da Lebreton. A suscitare un crescente interesse è anche il design africano, che riceverà grande attenzione nella sezione Curio con il progetto di Kerr Fine Art, incentrato sul design funzionale del XX secolo, e della Mindy Solomon Gallery, che include le opere di Basil Kincaid ispirate alle tradizioni tessili dell'Africa Occidentale.

Tra gli altri Curio da non perdere, la collaborazione tra Balenciaga e Crosby Studios con The Balenciaga Sofa di Harry Nuriev; il progetto In Circulation dello studio georgiano Rooms Studio; la mostra A Return to Form | French Modern Design: A Survey Exhibition of Antoine Philippon and Jacqueline Lecoq della Peter Blake Gallery; la limited edition di lampade Fine Tuning di Claudia Moreira Salles presentata da Espasso e la Tangara Collection, nata dalla collaborazione tra Vermeil e Luis Pons Design Lab.