Credits: Sketchmob all'Expo 2015.
Credits: Un schizzo tra quelli dello Sketchmob all'Expo 2015.
Credits: Artisti all'opera durante lo Sketchmob all'Expo 2015.
Credits: Schizzi dallo Sketchmob all'Expo 2015.
Credits: Un artista all'opera durante lo Sketchmob all'Expo 2015.
Credits: Un artista all'opera durante lo Sketchmob all'Expo 2015.
Credits: Sketchmob all'Expo 2015.
Credits: Il kit da disegno creato per lo Sketchmob in collaborazione con Moleskine.
Credits: Lo sketchbook di Moleskine con uno schizzo di Stefan Davidovici.
News

Designer, architetti e illustratori ritraggono l’Expo en plein air

Laura Barsottini

Ormai tutti conoscono i flashmob, quelle manifestazioni improvvise che si svolgono in pochissimo tempo, radunando e coinvolgendo varie tipologie di persone. Ora (ma è il sesto a svolgersi in Italia), è la volta dello Sketchmob: architetti, designer, illustratori o semplici appassionati di disegno, si ritrovano domani all'Expo 2015 (partenza alle 14 al Moleskine Store di via Dante, 15 a Milano).

L'idea è quella di ritrarre l'architettura dei padiglioni dell'esposizione universale ognuno con il proprio stile. I lavori migliori diventeranno poi una mostra dal 24 giugno all'8 luglio al Moleskine Store di via Dnate 15, a Milano.

Nato dall'iniziativa del professor Trevor Flynn e sostenuto in Italia dalla Fondazione dell'Ordine degli Architetti di Milano, Sketchmob è una delle tante iniziative che negli ultimi anni sta segnando la grande rinascita del disegno a mano libera.

I disegni verranno digitalizzati via via in diretta con la speciale app creata da Moleskine con Adobe, caricati su cloud, resi disponibili ai media e condivisi sui social #sketchmobitalia #moleskinestories, in una nuova forma di reportage tra analogico a digitale. Per guardare e scaricare i disegni dello Sketchmob, dai prossimi giorni sarà disponibile il link http://bit.ly/sketchmobita

Gli organizzatori di Sketchmob Italia (Stefan Davidovici e Irina Suteu di Arkipelag; Marco Muscogiuri e Matteo Schubert di Alterstudio Partners) aiuteranno i partecipanti, dando suggerimenti e indicazioni, per focalizzare lo sguardo e tradurlo in disegno.

Ai primi 100 partecipanti verrà distribuito un kit per il disegno en plein air creato per l'occasione, composto da matite e sketchbook. Gli organizzatori utilizzeranno lo speciale Smart Notebook Moleskine, studiato con Adobe, ottimizzato per il trasferimento delle immagini in formato digitale, jpg o vettoriale, per l’elaborazione su Adobe Illustrator.

Places
A Soissons, un conservatorio che pare un'abbazia
Products
Tre fotocamere mirrorless: hi-tech ma dal gusto retrò
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La ceramica che scommette sull’innovazione

La ceramica che scommette sull’innovazione

Nel cuore del distretto di Sassuolo, Marazzi Group inaugura uno stabilimento ad alta automazione. Dove l’ingegno visionario dei designer si trasforma in realtà
Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze

Un progetto suggestivo a tema natalizio, che prende forma attraverso una duplice scenografia luminosa visibile fino al prossimo 6 gennaio
L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

Un’opera site-specific che prende forma sulla copertura de L’Illa Diagonal, edificio progettato da Rafael Moneo e Manuel de Solà-Morales
La casa-museo di Tony Salamé

La casa-museo di Tony Salamé

A Beirut, ospiti dell’imprenditore nel retail di lusso e creatore della Aïshti Foundation, Tony Salamé. Che ha fatto della ricerca della bellezza una ragione di vita. E del collezionismo d’arte contemporanea una missione
I 240 anni del Teatro alla Scala

I 240 anni del Teatro alla Scala

Una mostra per ripercorrere l’evoluzione del Teatro e della città di Milano, dal XVIII ad oggi. Con il progetto di Italo Lupi, Ico Migliore e Mara Servetto