News

Edison per l’Italia: un piano per affrontare l’emergenza sanitaria

Un programma per aiutare le persone a reagire all'emergenza sanitaria da Covid-19: Edison Energia ha lanciato il piano Edison per l’Italia.

Accanto alla donazione di 1,5 milioni di euro per la realizzazione dell’ospedale Fiera Milano e il coinvolgimento dei dipendenti in tutta Italia per una raccolta fondi di solidarietà, Edison Energia ha annunciato la sospensione dei pagamenti delle bollette su tutto il territorio nazionale per i propri clienti più in difficoltà.

«In aggiunta a quanto già deliberato dalle autorità competenti, abbiamo deciso, sull’intero territorio nazionale, di posticipare a giugno il pagamento delle bollette dei nostri clienti in difficoltà economica, come ad esempio le partite iva, i piccoli esercizi commerciali o i lavoratori in cassa integrazione. La nostra iniziativa è rivolta anche a tutti gli over 65 che utilizzano il bollettino postale, per aiutarli a rimanere a casa ed evitare possibilità di contagio. A tal fine abbiamo inoltre rafforzato e ampliato gli strumenti di e-payment per agevolare comunque tutti i nostri clienti», ha dichiarato Massimo Quaglini, Amministratore Delegato Edison Energia.

I clienti coinvolti nel piano Edison per l’Italia troveranno sul sito di Edison Energia a questa pagina le informazioni utili, nonché le modalità per la possibile successiva rateizzazione del pagamento.

La decisione segue diverse iniziative per rispondere al meglio alla crisi sanitaria: fin dall'inizio dell’emergenza COVID-19, Edison ha attivato il Comitato Centrale di Crisi, che si è occupato di adottare le misure necessarie a mettere in sicurezza il personale per mantenere la continuità delle forniture di energia elettrica e di gas e nel supporto alle strutture ospedaliere.

Edison sta garantendo la piena continuità operativa e il soddisfacimento delle richieste di 67 ospedali e di 462 presidi sanitari su tutto il territorio nazionale, supportandoli nella realizzazione di nuove aree di cura, come i reparti infettivi, di rianimazione, sub-intensivi e intensivi.

«Abbiamo agito per mettere a punto un’organizzazione del lavoro che garantisca le massime condizioni di sicurezza sanitaria a tutto il nostro personale: ciò è stato fatto con grande rigore e con uno spirito di collaborazione che giudico straordinario – ha spiegato Nicola Monti, amministratore delegato Edison- Per questo motivo desidero ringraziare tutte le nostre persone e chi è impegnato in prima linea per garantire servizi essenziali di produzione, logistica e servizi e, in particolare, i colleghi che operano nelle strutture ospedaliere consentendone il funzionamento».

Tutti gli approfondimenti sono disponibili nella sezione speciale del sito Edison.