Faberhama, Scenaria
Khaled El Mays, Scale
Reinaldo Sanguino, Minori
A sinistra, Domitilla Dardi; a destra, Emilia Petruccelli
La location di EDIT Napoli: Palazzo Mondragone
News

Appuntamento con il design, a Napoli

La tradizione artigiana incontra il design contemporaneo. Succede nel capoluogo partenopeo con EDIT Napoli, ovvero un nuovo concept di fiera di design in programma a giugno, da giovedì 6 a domenica 9.

La rassegna, concepita da Domitilla Dardi ed Emilia Petruccelli, si concentra sul Design Editoriale, ovvero l’idea di selezionare designer, aziende e artigiani che si avvalgono di processi produttivi di alta qualità e che fondono idee e modalità contemporanee ai saperi antichi del fare.

EDIT Napoli è stata presentata in anteprima negli spazi di Palazzo Mondragone, location della kermesse, attraverso il programma Design in Residence, un progetto per il territorio, per la valorizzazione delle risorse culturali e del tessuto produttivo locale. In questa occasione sono stati invitati tre designer provenienti da tutto il mondo a vivere e lavorare con i grandi maestri del tessuto, della pelletteria e della ceramica campani.

Il duo italiano con base ad Amsterdam Faberhama ha collaborato con De Negri & Za.Ma. a San Leucio, località del casertano rinomata sin dal XVIII secolo per la lavorazione della seta. Da Beirut, Khaled El Mayssi si è confrontato a Napoli con l’abilità tecnica, la versatilità e la forte identità degli artigiani dei quartieri. Infine, Reinaldo Sanguino, designer venezuelano operativo a New York, ha portato i suoi colori all’interno del vivace laboratorio di Ceramiche Fes a Minori, nel cuore della costiera amalfitana e della tradizione ceramica.

Nei prossimi mesi i prototipi creati dai progettisti coinvolti passeranno attraverso un processo di industrializzazione fino a giungere alla commercializzazione targata Made in EDIT.