Limes, Edoardo Tresoldi - Credits: Ph. Roberto Conte
Limes, Edoardo Tresoldi - Credits: Ph. Roberto Conte
Limes, Edoardo Tresoldi - Credits: Ph. Roberto Conte
Limes, Edoardo Tresoldi - Credits: Ph. Roberto Conte
Limes, Edoardo Tresoldi - Credits: Ph. Roberto Conte
Limes, Edoardo Tresoldi - Credits: Ph. Roberto Conte
Limes, Edoardo Tresoldi - Credits: Ph. Roberto Conte
Limes, Edoardo Tresoldi - Credits: Ph. Roberto Conte
Limes, Edoardo Tresoldi - Credits: Ph. Roberto Conte
Limes, Edoardo Tresoldi - Credits: Ph. Roberto Conte
Limes, Edoardo Tresoldi - Credits: Ph. Roberto Conte
News

L’installazione di Edoardo Tresoldi a Barcellona

Limes, l’ultima opera site-specific dell’artista milanese Edoardo Tresoldi prende forma nella città di Barcellona e celebra il 25esimo anniversario de L’Illa Diagonal, edificio progettato dall’architetto Premio Pritzker Rafael Moneo e da Manuel de Solà-Morales.

L’opera, affacciata sulla scenografica Avinguda Diagonal, una delle maggiori arterie della città catalana, è esposta sulla copertura dell’imponente complesso architettonico. Si estende interamente sul punto più alto dell’edificio, a 56 metri di altezza, ed è composta da sei volumi trasparenti alti 5,50 metri disposti diversamente lungo il margine della copertura, dai quali emergono altrettanti volti scultorei

L’opera interagisce con i linguaggi architettonici de L’Illa ma la sua ritmica è alterata dai diversi orientamenti delle sculture, affacciate sullo spazio pubblico sottostante. A seconda del punto di vista Limes cambia mentre i suoi elementi catturano la luce e incontrano le gradazioni del cielo.

«È una riflessione sullo spazio pubblico inteso come teatro delle interazioni umane: un luogo in cui le percezioni spaziali sono scandite da incontri passeggeri che generano esperienze e ricordi soggettivi nelle persone», ha dichiarato l’artista.

L’opera sarà esposta fino al 26 gennaio 2019, per poi essere riallestita in parte negli ampi e luminosi spazi interni.

Places
La casa-museo di Tony Salamé
News
Linea Light Group illumina Palazzo Vecchio a Firenze
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Il nuovo store di Camper a Barcellona, firmato da Kengo Kuma

Il nuovo store di Camper a Barcellona, firmato da Kengo Kuma

Si trova sul Passeig de Gràcia ed è caratterizzato da un particolare sistema di nicchie composto da elementi ceramici simili alle tegole
Fruit Exhibition: a Bologna torna la fiera dell

Fruit Exhibition: a Bologna torna la fiera dell'editoria indipendente

La settima edizione della fiera internazionale dedicata all’editoria d’arte indipendente. Da venerdì 1 a domenica 3 febbraio
Pierre Charpin: "Il mio modo di lavorare parte dall’intuizione"

Pierre Charpin: "Il mio modo di lavorare parte dall’intuizione"

Designer, artista, scenografo parigino, con una versatilità creativa che si nutre del disegno e del colore. Negli anni 80 incontra il design italiano e inizia a creare oggetti, senza mai pensare alle mode e alle pubbliche relazioni. Ma soltanto alle forme funzionali
I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

Dopo l’Italia è la volta della Cina. Ecco i nomi dei Rising Talent dell’edizione invernale della rassegna parigina
Caragh Thuring e l

Caragh Thuring e l'arte del tartan

La Thomas Dane Gallery di Napoli festeggia il suo primo anniversario con una personale dell'artista belga Caragh Thuring, che ha orchestrato una riflessione sui significati del tartan tra Napoli e la Scozia. L'abbiamo intervistata