Credits: Ph Paavo Lehtonen
Credits: Ph Paavo Lehtonen
Credits: Ph. Paavo Lehtonen
Double Bubble, 2001 - Credits: Archivio Eero Aarnio
Pastil, 1968 - Credits: Ph. Rauno Träskelin
Puppy, 2005 - Credits: Magis
Rocket, 1995 - Credits: Archivio Eero Aarnio
Tomato Chair, 1971 - Credits: Ph. Rauno Träskelin
Ball Chair, 1963 - Credits: Ph. Rauno Träskelin
News

Eero Aarnio in mostra a Stoccolma

C'è tempo fino al prossimo 23 aprile per visitare a Stoccolma la retrospettiva dedicata al maestro finlandese Eero Aarnio, che dopo il successo di Helsinki sbarca anche al Nationalmuseum Design.

Un’occasione per approfondire il lavoro e la carriera del progettista finlandese, passando in rassegna opere come la mitica Ball chair del 1966, la Pastil del 1967, la Bubble chair del 1968, la Tomato Chair del 1971, lo sgabello Rocket del 1995 e molte altre.

La mostra è curata da Suvi Saloniemi ed è suddivisa in cinque sezioni: Artefacts, Mind, Time, Process e Manufacturing. L’allestimento vivace e esperimentale mette insieme prodotti che abbracciano un arco temporale che va dagli Sessanta e Settanta e arredi creati nel XXI secolo per i marchi italiani, tra cui Magis e Alessi.

Non mancano disegni, bozzetti e documenti originali provenienti dalla scrivania di Eero Aarnio che accendono un faro sui processi di progettazione e i metodi di produzione. 

 

Products
Sennheiser PXC 480, le cuffie ultraleggere che cancellano il rumore
Products
Outdoor d’autore
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi