Credits: Attika Architekten - Ph. Bart van Hoek
Credits: Attika Architekten - Ph. Bart van Hoek
Credits: Attika Architekten - Ph. Bart van Hoek
Credits: Attika Architekten - Ph. Bart van Hoek
Credits: Attika Architekten - Ph. Bart van Hoek
Credits: Attika Architekten - Ph. Bart van Hoek
News

L’architettura ai tempi dei social

Lo scorso ottobre il prestigioso Museum of Modern Art di New York le ha celebrate con una mostra dedicata che ha raccolto ben 176 espressioni. Oggi le emoji diventano elementi decorativi per la facciata di un palazzo ad Amersfoort, in Olanda. Opera dello studio Attika Architekten, che ha selezionato ventidue “faccine” prese in prestito da WhatsApp, le ha fedelmente riprodotte in calcestruzzo mediante un calco in legno e le ha utilizzate come motivo ornamentale architettonico per la realizzazione di un edificio ad uso commerciale e abitativo. 

Felici, tristi, malinconiche o perplesse, le emoji percorrono ordinatamente l’edificio integrandosi con la facciata a mattoncini rossi e diventano chiaramente percepibili soltanto man mano che ci si avvicina alla costruzione. Dalla tastiera all'architettura: rappresentano una sorta di soluzione ornamentale che riflette l’era digitale in cui viviamo.

In un’intervista rilasciata a The Verge, l’architetto olandese Changiz Tehrani ha spiegato a proposito dell'intervento che sta facendo discutere: «Le emoji sono destinate a diventare icone tra le più riconoscibili del XXI secolo».

Products
Quando il televisore arreda
Storytelling
Alice Rawsthorn: il design come agente di cambiamento
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento