Ettore Sottsass - Executed Design, Daniel Wolf Residence, Ridgeway, Colorado, 1986 - Credits: Studio Ettore Sottsass
Ettore Sottsass, Effira, 1986 - Credits: Studio Ettore Sottsass
Ettore Sottsass, Lapislazzuli, 1968-1972 - Credits: Studio Ettore Sottsass
Ettore Sottsass, Cabinet No. 56, 2003 - Credits: Studio Ettore Sottsass
Ettore Sottsass, Omaggio 3, 2007 - Credits: Studio Ettore Sottsass
Ettore Sottsass, Mizar, 1982 - Credits: Studio Ettore Sottsass
Ettore Sottsass, Murmansk, 1982 - Credits: Studio Ettore Sottsass
Ettore Sottsass, Synthesis 45, 1972 - Credits: Studio Ettore Sottsass
Ettore Sottsass,The Structures Tremble, 1979 - Credits: Studio Ettore Sottsass
Ettore Sottsass, Libreria Carlton, 1981 - Credits: Studio Ettore Sottsass
News

Ettore Sottsass al Met Breuer di New York

Continuano gli omaggi in occasione del centenario dalla nascita dell’architetto e designer Ettore Sottsass. Dopo la monografica inaugurata lo scorso 14 luglio e in scena fino al 24 settembre presso il Vitra Design Museum, è il Met Breuer di New York a celebrare i 100 anni del progettista nato a Innsbruck il 14 settembre 1917.

Il percorso espositivo del museo statunitense, intitolato Ettore Sottsass: Design Radical, passa in rassegna le opere chiave firmate da Sottsass: architetture d’interni, allestimenti, macchine, sistemi d’arte, oggetti in ceramica, vetri, tessuti, gioielli, fotografie e dipinti. 

L’esposizione abbraccia un arco temporale di sei decenni, dagli esordi con Olivetti dove Sottsass progettò nel 1959 il calcolatore elettronico Elea 9003, passando per l’esperienza con il gruppo Memphis, da lui fondato nel 1981 e attivo fino al 1987. In mostra ci sono anche i cinque totem in ceramica Menhir, Ziggurat, Stupas, Hydrants e Gas Pumps, e il sistema di armadi modulari presentato durante la celebre mostra Italy, the new domestic landscape, ospitata dal MoMA nel 1972.

Ettore Sottsass: Design Radical si conclude infine con Master, una carrellata di opere meno note al grande pubblico in un dialogo con i lavori di quattro importanti artisti e designer del XX secolo: Piet Mondrian, Jean Michel Frank, Gio Ponti e Shiro Kuramata.

La mostra sarà visitabile fino al prossimo 8 ottobre 2017.

Products
Il design ludico delle sedute targate DesignByThem
Storytelling
A tu per tu con Stefan Diez
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Elettrodomestici di design: un po

Elettrodomestici di design: un po' di novità

Da scoprire nel servizio fotografico di Thomas Albdorf, con il set design di Cameranesi & Pompili e la moda di Fabiana Fierotti
Tre documentari di architettura da vedere

Tre documentari di architettura da vedere

Protagonisti Frank Lloyd Wright, Mies Van Der Rohe, Gio Ponti. Su Rai 5, a partire dal 18 gennaio, e alla Triennale di Milano, lunedì 21 gennaio
Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Richiama le architetture dello storico istituto di Dessau realizzato nel 1919. L’obiettivo? Indagare il ruolo del design all'interno delle realtà sociali e politiche
Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Un omaggio a Fernanda Wittgens, prima donna a dirigere un museo statale in Italia. Con il progetto di interior curato da rgastudio
The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


Un modello ibrido concepito per accogliere studenti, lavoratori, viaggiatori e residenti. Nato sulle ceneri di un palazzo storico in via Lavagnini