Wang Shu - Wa Shan Hangzhou WSA - Credits: Louisiana Museum
News

Design e architettura: gli eventi di febbraio

Ci faranno viaggiare per il mondo gli eventi di design di febbraio. E il merito è di alcune mostre che lanciano uno sguardo verso luoghi lontani, analizzandone l'architettura e la creatività contemporanea attraverso nomi, menti, oggetti e immagini.

Insieme ai paesaggi architettonici, a essere esplorato sarà l'approccio del design alle trasformazioni del mondo attuale, con alcune riflessioni sulla figura del designer, sempre più coinvolto nei fenomeni di digitalizzazione e robotizzazione.

Torna l'appuntamento mensile di Icon Design con le mostre di design e architettura. In Europa, in Italia e nel resto del mondo.

Rotterdam. Architecture of Appropriation

Architecture of Appropriation - Wijde Heisteeg, 2016 - Credits: © Johannes Schwartz
Architecture of Appropriation - ADM, 2016 - Credits: © Johannes Schwartz
Architecture of Appropriation - ADM, 2016 - Credits: © Johannes Schwartz

In che modo lo squatting ha cambiato il volto delle città olandesi? Il Het Nieuwe Instituut di Rotterdam presenta i risultati di alcune ricerche svolte dal Research and Development department osservando il fenomeno dello squatting attraverso la prospettiva dell'architettura. La mostra ripercorre la pratica dell'occupazione abusiva degli immobili olandesi dagli anni 60 fino a oggi, analizzandone gli interventi architettonici, le particolarità e gli elementi ricorrenti. La mostra solleva un interrogativo: e se lo squatter fosse involontariamente anche un po' architetto?

  • Dove: Rotterdam, Het Nieuwe Instituut, fino al 25 giugno.

Holon. Overview - Eyeglasses

Overview - Eyeglasses: Claude Samuel Collection - Credits: Photo by Eli Bohbot
Overview - Eyeglasses: Claude Samuel Collection - Credits: Photo by Eli Bohbot
Overview - Eyeglasses: Opera Binoculars, england, 1981, brass - Credits: Design Museum Holon

Con gli occhiali è così: o li si odia, o li si ama. A celebrarli è la mostra Overview - Eyeglasses, con cui il Design Museum di Holon traccia un percorso alla scoperta dell'evoluzione del design dell'occhiale, dal 17esimo secolo a oggi. Lo rende possibile la collezione dell'ottometrista Claude Samule, composta da oltre 400 modelli rarissimi. Un paradiso per i cultori degli occhiali, ma anche per tutti i curiosi e appassionati di design.

  • Dove: Design Museum Holon, Israele, fino al 29 aprile

Lugano. Vito Nesta @ Turba

Vito Nesta - Masami Inspiration
Vito Nesta - Masami Wallpaper

Il viaggio, il sogno e l'interior design. A Lugano, lo spazio Turba presenta in collaborazione con il pop-up store SOUR una piccola wunderkammer dedicata alle visioni oniriche di Vito Nesta, designer, art director e artigiano pugliese con all'attivo collaborazioni con numerose aziende di design come Riva 1920, Les Ottomans, Karpeta, Devon & Devon e Roche Bobois. In mostra, tutto il suo universo creativo - gli appunti, le ispirazioni, i disegni - applicato ai wallpaper di Texturae, giovane azienda nata nel 2016 che produce una versione ipercontemporanea della classica carta da parati: realizzata con latex, fibra di vetro e tele magnetiche, stampata con inchiostro ad acqua rigorosamente Nichel-free.

  • Dove: Lugano, Turba, fino al 26 febbraio.

Reggio Emilia. Licalbe Steiner - Alle origini della grafica italiana.

Copertina di Interiors, febbraio 1948
Una pagina pubblicitaria per barche in plastica Pirelli, 1961
Opuscolo illustrativo per il farmaco vitaminico Granulovit

Lica e Albe Steiner, Licalbe per gli amici, rappresentano uno dei sodalizi professionali più influenti nella storia della grafica italiana. Non solo marito e moglie, ma un'unica mente creativa capace di dare identità visiva ai marchi italiani ancor prima del boom economio del dopoguerra. Ferventi antifascisti, misero a disposizione il proprio studio per la stampa partigiana. Finita la guerra, contribuirono alla ricostruzione e alla rinascita culturale del paese, riprendendo l'attività professionale e collaborando con le principali aziende italiane del tempo. La mostra è curata da Anna Steiner, figlia della coppia.

  • Dove: Reggio Emilia, Sinagoga. Dal 11 febbraio al 16 aprile 2017.

Copenhagen. Wang Shu - Amateur Architecture Studio

Wang Shu - Hangzhou - Credits: Louisiana Museum
Wang Shu - Wa Shan Hangzhou WSA - Credits: Louisiana Museum
Wang Shu - Wa Shan Hangzhou WSA - Credits: Louisiana Museum

"Disegno edifici, non architetture". Così ama descrivere il proprio lavoro Wang Shu, architetto cinese vincitore del Pritzker Prize nel 2012. Insieme alla moglie Lu Wenyu ha sviluppato il manifesto di una particolare filosofia architettonica: l'amateur architecture. Le sue non sono semplici architetture, ma luoghi del corpo e dell'anima, costruiti attorno all'interezza dei bisogni umani. In mostra, le immagini degli edifici progettati dalla coppia, in equilibrio tra tradizioni cinesi e modernità. Con Wang Shu - Amateur Architecture Studio, il Louisiana Museum di Copenhagen apre una serie di monografie dedicate ad alcuni degli architetti più visionari di oggi.

  • Dove: Copenhagen, Louisiana Museum of Modern Art. Fino al 30 aprile 2017.
Hello, Robot. Historische Spielzeugroboter - Credits: Vitra Design Museum
Hello, Robot. Elytra Filament Pavilion - Credits: Vitra Design Museum
Hello, robot. Dunne and Raby - Robot 4 - Credits: Vitra Design Museum

Cosa c'entra la robotica con il design? Molto, secondo il Vitra Design Museum. Perché in una società sempre più ingegnerizzata e robotizzata come quella di oggi, a creare l'interfaccia uomo-macchina è proprio il designer. Per questo, il museo di Weil am Rhein ha deciso di mettere in scena una mostra volta a rivelare le connessioni tra design e robotica attraverso più di 150 oggetti. Gli spazi esterni ospitano invece l'Elytra Filament Pavilion, che vuole stimolare una riflessione sul rapporto tra architettura e digitalizzazione.

  • Dove: Weil am Rhein, Basilea, Vitra Design Museum, dal 11 febbraio al 14 maggio 2017.

Berlino. Structure - Artigianato e design contemporaneo norvegese.

Structure - Styled by Kråkvik Dorazio - Credits: photo Siren Lauvdal
Aron Li - En Glomd Varld Lamning - Credits: Photo Siren Laudal
Falke Svatun - Tumble - Credits: Photo Siren Laudal

Si parla sempre di design scandinavo, ma cosa contraddistingue ad esempio quello norvegese? Presentata durante il Fuorisalone 2016, la mostra Structure - Artigianato e design contemporaneo norvegese vuole restituire una panoramica della scena creativa norvegese odierna, presentando i lavori di 26 designer e artigiani. Tra oggetti, schizzi, modelli e materiali viene tracciata la "struttura", come suggerito dal titolo dell'esposizione, della creatività made in Norway.

  • Dove: Berlino, Felleshus der Nordischen Botschaften. Fino al 20 aprile 2017.
Le sedie Leo disegnate per e15, 2010 - Credits: Ph. Stefan Diez Office
Le sedie Chassis disegnate per Wilkhahn, 2011 - Credits: Ph. Robert Fischer
Sistema di scaffalatura New Order disegnato per HAY, 2016 - Credits: Ph. Stefan Diez Office

Il MAKK di Colonia celebra i 15 anni di carriera del designer tedesco Stefan Diez con una mostra che ne ripercorre le tappe fondamentali, dalle collaborazioni con HAY, Thonet e Wrong London fino a Wagner, Vibia, Arita e Rosenthal. Classe 1971, Diez è considerato una delle menti più interessanti della nuova generazione di designer tedeschi. In mostra, i 30 oggetti che hanno rappresentato il percorso creativo del designer, ma anche il suo laboratorio, trasferito temporaneamente a Colonia da Monaco di Baviera.

  • Dove: Colonia, MAKK, fino al 11 giugno 2017

Torino. Bruno Munari - Artista totale

Bruno Munari - Scultura da viaggio, 1959
Bruno Munari - Futurista, 1931

Fu designer, grafico, scultore, progettista. Bruno Munari era un artista totale. E proprio alla sua poliedricità è dedicata la mostra Bruno Munari, Artista Totale organizzata dal Museo Ettore Fico di Torino. Un percorso attraverso la sua creatività senza limiti, ma soprattutto una celebrazione della sua fame di sapere: «Conservare lo spirito dell’infanzia dentro di sé per tutta la vita vuol dire conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la voglia di comunicare». In esposizione, una panoramica delle opere più rappresentative realizzate dagli anni 30 agli anni 90, dalle "sculture aeree" fino agli esperimenti luminosi di Polariscop.

  • Dove: Torino, MEF - Museo Ettore Fico, dal 16 febbraio al 11 giugno 2017
Kim Junsung - Humanist Office - Seoul, 2011-2012
Jang Yoongyoo - Culture Forest - Seoul, 2009-2010
Jang Yoongyoo - Life power - Seoul, 2006

Fare un salto in Corea, per esplorare la sua architettura urbana. A renderlo possibile è la Fondazione Pastificio Cerere di Roma con la mostra Sections of Autonomy. Six Korean Architects, che attraverso il lavoro dei sei progettisti contemporanei rivela il volto architettonico della Corea moderna, presentandone le evoluzioni dagli anni 90 a oggi. Un'occasione per scoprire le trasformazioni che hanno interessato il Paese negli ultimi vent'anni, durante la crescente libertà politica e culturale.

  • Dove: Roma, Fondazione Pastificio Cerere, fino al 21 febbraio 2017

Berlino. Tchoban Voss Architects - Images from Berlin

Vrubel Timofeeva - Russen in Berlin, 2016
Gottfried Müller - Tchoban Foundation Berlin, 2016
Valery Koshljakov - Museum Für Architekturzeichnung, Berlin, 2016

Che forma assume l'architettura attraverso gli occhi dell'artista? A volerlo scoprire sono gli architetti dello studio Tchoban Voss Architects di Berlino, che hanno chiesto a 11 artisti internazionali di dare una rappresentazione artistica dei propri progetti realizzati a Berlino, tra cui il Cubix Movie Theatre di Alexanderplatz, il nhow Hotel di Osthafen e la sinagoga di Münstersche Strasse. Il risultato è una serie di dipinti, schizzi, disegni e immagini che ritraggono la città unendo arte e architettura.

  • Dove: Berlino, Architektur Galerie Berlin, fino al 4 marzo.
Products
Architettura brutalista, in un libro da colorare
Milano Design Week
COS e Studio Swine al Salone del Mobile
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Sulla torre di Gio Ponti

Sulla torre di Gio Ponti

Sobrio, elegante. Innovativo, ma in armonia con il contesto. A Milano, il primo grattacielo italiano ha un’anima swing e segna l’ultima collaborazione tra Lancia e Ponti
I cani di Elliott Erwitt in mostra a Treviso

I cani di Elliott Erwitt in mostra a Treviso

Casa dei Carraresi ospita un grande percorso espositivo dedicato a un tema tanto caro al fotografo americano, quello degli amici a quattro zampe
Un tour di architettura in compagnia di Kengo Kuma


Un tour di architettura in compagnia di Kengo Kuma


A Tokyo, l’architetto giapponese condivide l'ispirazione 
per la realizzazione del Tokyo 2020 Stadium. Un’esperienza targata Airbnb
Il lessico kantiano secondo l

Il lessico kantiano secondo l'information design: Valerio Pellegrini

Da Wild Mazzini, la prima galleria dedicata interamente all'information design, va in scena un progetto che unisce la filosofia alla rappresentazione visiva dei dati
The Venice Glass Week 2018

The Venice Glass Week 2018

Torna il festival internazionale dedicato all’arte vetraria, con 180 appuntamenti tra mostre, visite guidate, conferenze e workshop