Mimmo Iodice - Siza - Facoltà Architettura
News

A novembre, gli eventi di design da non perdere

Torna il consueto appuntamento con le mostre e i festival di design più interessanti del mese. A caratterizzare novembre saranno gli eventi che presentano alcune delle figure di riferimento del design e dell'architettura.

In Italia e all'estero sarà possibile ripercorrere il lavoro di artisti chiave del design, come Dieter Rams, in mostra al Vitra Museum, o dell'architettura, come Alvaro Siza e Jean Nouvel. Mostre da non perdere, che rivelano le opere di chi ha contribuito a rivoluzionare la progettazione degli interni e non solo.

Accanto a loro però, saranno tante le occasioni per scoprire gli artisti più interessanti del momento, grazie a rassegne e festival dedicati proprio a loro. Ecco la nostra selezione degli eventi del mese di novembre.

Roma, Museo MAXXI. Alvaro Siza: Sacro

Fernando Guerra - Siza Piscine - Credits: MAXXI
Mimmo Iodice - Siza - Facoltà Architettura
Alvaro Siza - Credits: ® Nicolò Galeazzi

Il Museo MAXXi di Roma rende omaggio all'opera dell'architetto portoghese Alvaro Siza svelandone il rapporto con il sacro. Attraverso le immagini di alcuni celebri fotografi come Mimmo Jodice, Fernando Guerra e Nicolò Galeazzi, la mostra racconta la visione dei luoghi sacri del progettista, presentando i suoi lavori legati anche indirettamente alla spiritualità. Architetture in equilibrio tra memoria e slanci contemporanei, per capire le trasformazioni dei luoghi dedicati al culto religioso.

  • Dove: Museo MAXXI. Dal 9 novembre 2016 al 26 marzo 2017.

Piacenza, Museo della Merda

Museo della Merda - Credits: ©Henrik Blomqvist
The Shit Museum - Credits: ©Henrik Blomqvist
Museo della Merda - Castelbosco - Credits: Museo della Merda

Convertire lo sterco in arte e design, con ironia. È quello che ha fatto l'imprenditore Gianantonio Locatelli aprendo il Museo della Merda nel 2015 a Castelbosco, in provincia di Piacenza. Una vera e propria celebrazione dell'arte del riciclo ecologico, che ha coinvolto l'architetto Luca Cipelletti, l'artista Gaspare Luigi Marcone e il collezionista Massimo Valsecchi in un progetto visionario e provocatorio. In esposizione, alcune opere realizzate in Merdacotta, materiale sviluppato e inventato proprio all'interno del museo: oggetti di uso comune, water, vasi, piatti, ciotole. Il museo apre solamente un week end al mese e l'appuntamento per il mese di novembre è quello del 26 e 27 novembre.

  • Dove: Castelbosco, Piacenza. Il 26 e 27 novembre.

Firenze, Museo del Novecento. Gaetano Pesce: Maestà tradita

Gaetano Pesce - Maestà Tradita - Credits: Museo del Novecento
Credits: Museo del Novecento
Gaetano Pesce - Maestà Tradita - Credits: Museo del Novecento

Architetto, artista e designer: Gaetano Pesce non ama le etichette, nemmeno per la sua arte. Un'arte fluida, che naviga attraverso le discipline abbracciandole tutte. A darne riprova è la mostra Maestà Tradita, dedicata a un soggetto molto amato dall'artista: l'universo femminile. La donna diventa così la protagonista dell'esposizione, un viaggio attraverso le trasformazioni sociali e politiche che l'hanno interessata negli ultimi decenni. Allestita presso le nuove sale espositive del Museo Novecento di Firenze, la mostra prosegue in Piazza Santa Maria Novella con un'opera site specific raffigurante una figura femminile, una "maestà" ispirata alle donne della cristianità ma anche alle Veneri paleolitiche: un inno alla liberazione della donna, ancora oggi così necessaria.

  • Dove: Firenze, Museo Novecento e Piazza Santa Maria Novella. Fino al 8 febbraio 2017.
Cromer JJ - Credits: La Triennale
Di Virgilio e Veneziano - Credits: La Triennale
Annarita Serra - Credits: La Triennale

Un progetto che unisce arte, solidarietà e design. La Triennale di Milano ospita Normali Meraviglie. La Mano, mostra realizzata in collaborazione con la Fondazione Sacra Famiglia a sostegno delle persone colpite da disabilità complesse. Per l'esposizione, 53 artisti e designer italiani hanno reinterpretato la celebre mano di Mimmo Paladino. Un omaggio alla creatività italiana (e non) ma anche un'iniziativa che trasforma l'arte in uno strumento della solidarietà.

  • Dove: Milano, La Triennale. Fino al 4 dicembre 2016.

Como, 8208 Lighting Design Festival

Lighting Design Festival - Credits: Foto: Andrea Butti
Lighting Design Festival - Credits: Foto: Andrea Butti
Lighting Design Festival - Credits: Foto: Andrea Butti
Lighting Design Festival - Credits: Foto: Andrea Butti

Un festival dedicato a una forma particolare di design: quello della luce e dei suoi riflessi sfaccettati, che scolpiscono il mondo in cui viviamo. Fino al 27 novembre, la città di Como verrà illuminata dai giochi di luce realizzati da light designers italiani e internazionali, ma non solo. Saranno tante le mostre, i concerti, i laboratori e i workshop dedicati alle intersezioni tra arte contemporanea e illuminazione. Alla sua prima edizione, 8208 Lighting Design Festival vuole svelare le avanguardie dell'arte contemporanea che hanno fatto della luce il proprio mezzo di espressione.

  • Dove: Como, varie location. Fino al 27 novembre.

Parigi, Les Arts Decoratifs. Jean Nouvel: mes meubles d'architecte

Jean Nouvel: mes meubles d'architecte - Credits: Les Arts Decoratifs © Luc Boegly
Jean Nouvel: mes meubles d'architecte - Credits: Les Arts Decoratifs © Luc Boegly
Jean Nouvel: mes meubles d'architecte - Credits: Les Arts Decoratifs © Luc Boegly

È un architetto, chiamiamolo archistar. Ma è anche un designer (ma guai a definirlo così), uno che realizza mobili che sono strutture architettoniche, mondi che racchiudono le trasformazioni del design e dell'architettura dagli anni 70 in qua. Il Museo des Arts Decoratifs di Parigi celebra la carriera di Jean Nouvel con una mostra che fa il punto sul suo interesse nell'arredo e nella progettazione degli interni. Un interesse quasi casuale, nato per creare mobili che accompagnassero le architetture da lui progettate. In mostra, gli arredi disegnati dal 1987 a oggi per numerose aziende anche italiane, come Molteni, Artemide e Poltrona Frau.

  • Dove: Parigi, Museo des Arts Decoratifs. Fino al 12 febbraio 2017.

Palermo, I-Design Festival

Pezzatura portafrutta - Giuseppina Zappulla - Credits: Foto: Egidio Liggera
RT31 - Credits: I-Design
Madia KRATERES 6A - Credits: I-Design

Il design come strumento per lo sviluppo sociale e il rinnovamento urbano. Parte da qui il festival I-Design di Palermo, che dal 10 al 20 novembre presenterà i progetti, le idee e le opere dei designer che attraverso le proprie opere vogliono rispondere all'annosa domanda: il design può diventare un mezzo per trasformare la società? Il programma, ricco di mostre, tavole rotonde, laboratori e installazioni, offre una serie di riflessioni sulla valorizzazione del territorio e sul ruolo dell'individuo nei processi trsformativi della città. Un dibattito lungo 10 giorni sull'essere cittadini attivi e partecipi al cambiamento.

  • Dove: Palermo, varie location. Dal 10 al 20 novembre.

Weil am Rhein, Vitra Museum. Dieter Rams: Modular World

Dieter Rams - Modular World - Credits: Foto Christoph Sagel - Courtesy: APPEL DESIGN GALLERY Berlin
Dieter Rams - Credits: Foto: Michael Kretzer
Dieter Rams - Modular World - Credits: Foto: Ingeborg Kracht

Ha disegnato alcuni dei prodotti entrati nella storia del design, come le radioline e i rasoi Braun, e il suo lavoro è stato di ispirazione per l'estetica dei dispositivi e dei computer Apple. Il Vitra Museum di Weil am Rhein ripercorre l'opera del celebre designer tedesco Dieter Rams con la mostra Modular World, manifesto del concetto di arredamento dell'artista. Un'occasione per osservare da vicino l'universo progettuale del designer attraverso i decenni, dal dopoguerra a oggi.

  • Dove: Weil am Rhein. Dal 18 novembre 2016 al 12 marzo 2017.

Montalcino, OCRA. Sebastian Bergne: Blow by Blow

Corked Carafe double - Credits: Matter of Stuff
Corked Decanter - Credits: Matter of Stuff
Dizzy glasses - Credits: Matter of Stuff

Il vino, il vetro e il design. Sono questi gli elementi alla base della mostra Blow by Blow, retrospettiva del designer britannico Sebastian Bergne curata da Matter of Stuff e organizzata presso l'OCRA - Officina Creativa dell'Abitare a Montalcino, Siena. Un percorso attraverso l'arte del vetro applicata al vino e sviluppata dal designer dagli anni 90 a oggi, tra decanter, bicchieri, bottiglie e oggettistica varia. Tutti riformulati secondo la logica di Bergne. La mostra, della durata di tre giorni, viene presentata in occasione della prima edizione montalcinese del festival enologico BaroloBrunello.

Dove: Montalcino (SI), OCRA. Dal 11 al 13 novembre.

Pietro Corraini - Abstract Forecast/Un sedicesimo
Mauro Bubbico - Poster "Pasolini a Matera"
Alizarina - Poster "Originali Multipli"

Qual è lo stato attuale della grafica e della comunicazione visiva in Italia? Qual è la sua storia e quali sono i suoi caratteri distintivi? A tutte queste domande prova a dare una risposta la mostra Signs, allestita presso l'ex area Ansaldo BASE, a Milano. In esposizione, i lavori più rappresentativi di 24 grafici e designer italiani, dai più celebri fino agli emergenti. Una mostra che fa luce su un capitolo creativo della storia italiana forse ancora poco conosciuto, cresciuto all'ombra delle altre forme di arte e design, e che ne rivendica l'importanza nel raccontare i cambiamenti della società.

  • Dove: Milano, BASE. dal 9 novembre al 20 dicembre 2016.
News
I Lumi di Chanukkah in mostra alla Triennale
News
Il cinema d’artista racconta l’archetipo della madre
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto