News

Festival on Festival, la première italiana del film The Infinite Happines 

Milano Design Film Festival

Sabato 16 aprile alle ore 18.30 presso il Teatro dell’Arte della Triennale di Milano ci sarà il primo appuntamento con il Festival on Festival, nuovo progetto di Milano Design Film Festival in collaborazione con la XXI Triennale, Design after Design

Dopo la presentazione degli ospiti, i filmmaker Ila Bêka e Louise Lemoîne, alle ore 20 per la prima volta in Italia sarà proiettato il loro film The Infinite Happines (2015), girato nel complesso ultramoderno di appartamenti "8 House", progettato da Bjarke Ingels Group (BIG) nella periferia di Copenhagen e sviluppato in strati orizzontali, con tipologie abitative e commerciali diverse collegate da una passeggiata continua e da piste ciclabili che conducono fino al 10° piano.

I due registi danno voce ai protagonisti, i residenti, che possono attraversare i piani dell’edificio in bicicletta, mentre i loro figli frequentano l’asilo al piano terra. Dalla caratteristica forma a 8, il villaggio verticale è stato eletto nel 2011 come "migliore edificio residenziale del mondo".

Il duo ha girato film di successo come Koolhaas Houselife, Xmas Meier, Gehry’s Vertigo, Inside Piano, Pomerol Herzog & de Meuron, il recente Barbicania, proiettato nella scorsa edizione di Milano Design Film Festival

Con i loro lavori Beka & Lemoine mettono in discussione, l’idealizzazione nella rappresentazione dell’architettura esaltandone al contempo la vulnerabilità, la vitalità e la bellezza.

«Quello che esploriamo è la relazione che si crea tra chi sta all’interno di uno spazio e lo spazio stesso, l’energia che scaturisce, perché siamo convinti che la forza dell’architettura stia nel creare relazioni», ci hanno spiegato.

Con il progetto Festival on Festival, MDFF ha invitato 10 Festival cinematografici internazionali a selezionare pellicole dedicate all’esplorazione del tema portante della XXI Triennale, Design after Design.

Gli appuntamenti in calendario, tutti in Triennale, compongono una lente sfaccettata con cui osservare e farci entrare in contatto con nuove pratiche, approcci e progetti del contemporaneo, in relazione alle eredità progettuali delle singole nazioni rappresentate da ogni festival. Vi terremo aggiornati, ma nel frattempo prendete nota delle altre date: 24-25 maggio, 21-22 giugno, 12-13 luglio e 6 settembre.

Per partecipare alla première italiana del film The Infinite Happines, ingresso libero fino a esaurimento posti, prenotando via mail: [email protected]

Milano Design Week
10 eventi da non perdere al Fuorisalone 2016
Milano Design Week
Thonet presenta Thonet All Seasons, la collezione per tutte le stagioni
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Tre documentari di architettura da vedere

Tre documentari di architettura da vedere

Protagonisti Frank Lloyd Wright, Mies Van Der Rohe, Gio Ponti. Su Rai 5, a partire dal 18 gennaio, e alla Triennale di Milano, lunedì 21 gennaio
Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Richiama le architetture dello storico istituto di Dessau realizzato nel 1919. L’obiettivo? Indagare il ruolo del design all'interno delle realtà sociali e politiche
Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Un omaggio a Fernanda Wittgens, prima donna a dirigere un museo statale in Italia. Con il progetto di interior curato da rgastudio
The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


Un modello ibrido concepito per accogliere studenti, lavoratori, viaggiatori e residenti. Nato sulle ceneri di un palazzo storico in via Lavagnini
IKEA e Tom Dixon: quando il co-branding funziona

IKEA e Tom Dixon: quando il co-branding funziona

Dopo il primo capitolo del sodalizio, il designer inglese svela il suo nuovo progetto per il colosso svedese. Un letto dal design minimale, anche questa volta completamente personalizzabile