C41 x Sophie Usunier - Superloon
C41 x Sophie Usunier - Superloon
News

Parlare all’universo, con la luce. Flos e il progetto #TalkingToTheUniverse

Sembra un gioco, eppure ha un obiettivo preciso. Quello di instillare un'idea, di suggerire un cambio di prospettiva. In un presente dominato dalla tecnologia, perché non tornare a usare la luce per comunicare? Magari riscoprendo strumenti considerati obsoleti, come il codice Morse. Insieme all'agenzia creativa C41, l'artista francese Sophie Usunier ha realizzato il video #TalkingToTheUniverse, che parte così: “Se potessi parlare all'universo, cosa gli diresti?”.

Utilizzando le lampade e i dispositivi di illuminazione Flos, Sophie ci invita a tradurre le nostre parole in impulsi luminosi, a trasformare le case che abitiamo in display aperti alla strada.

«Il codice Morse è una forma ante litteram di comunicazione digitale. Tuttavia, a differenza dei moderni codici binari che usano solo due stati (comunemente rappresentati con 0 e 1), il Morse ne usa cinque: punto (•), linea (—), intervallo breve (tra punti e linee che formano una stessa lettera), intervallo medio (tra lettere) e intervallo lungo (tra parole)», racconta l'artista.

#TalkingToTheUniverse è stato pensato come un gioco in famiglia, da diffondere ai vicini o ai balconi di fronte. Un momento di socializzazione per dialogare in un modo nuovo, sicurissimo e facile. Serve solo una lampada e l’alfabeto internazionale del codice Morse.

Qui per vedere il video.