Francesca Woodman Untitled, Rome, Italy, 1977 - 1978 - Credits: © Charles Woodman Courtesy Charles Woodman, and Victoria Miro, London/Venice
Francesca Woodman - November has been a slightly uncomfortable baroque, 1977-78 - Credits: © Charles Woodman Courtesy Charles Woodman, and Victoria Miro, London/Venice
Francesca Woodman - From Eel Series, Venice, Italy, 1978 - Credits: © Charles Woodman Courtesy Charles Woodman, and Victoria Miro, London/Venice
Francesca Woodman Self-portrait, Easter, Rome, 1978 - Credits: © Charles Woodman Courtesy Charles Woodman, and Victoria Miro, London/Venice
News

Francesca Woodman e l’Italia

Ammirava la tecnica di Giotto e Piero della Francesca, e lasciò che il classicismo italiano plasmasse in modo profondo la sua visione estetica.

Nonostante la sua breve vita, Francesca Woodman rimane una delle fotografe più influenti del XX secolo, capace scolpire ritratti femminili (per lo più di se stessa) delicati come fiori e taglienti come lame.

Nata nel 1958 in Colorado, considerava l'Italia una seconda casa: figlia di un pittore e di una ceramista, trascorse un anno a Firenze durante l'infanzia e più tardi si trasferì a Roma per studiare alla Rhode Island School of Design. Qui venne a contatto con la Transaguardia italiana e diventò amica di artisti e personalità dell'arte come Giuseppe Gallo, Enrico Luzzi e Sabina Mirri.

Il Pastificio Cerere, ex fabbrica di pasta convertita in spazio artistico, diventò il set più celebre dei suoi scatti, mentre la libreria Maldoror, dove amava trascorrere lunghi pomeriggi in compagnia dei libri, fu eletta a teatro della prima esposizione.

Proprio a quegli anni italiani così intensi è dedicata la mostra Francesca Woodman: Italian Works che verrà inaugurata presso la Galleria Victoria Miro di Venezia il 15 settembre (visibile fino al 15 dicembre). A essere esposti saranno alcuni dei lavori più significativi realizzati in Italia: dagli autoritratti Self-deceit, che fondono riferimenti alla scultura classica e surrealista, fino alle serie Angel series e la Eel Series, quest'ultima realizzata durante le frequenti visite a Venezia.

Places
Itinerari tra arte contemporanea e natura
News
Settembre, si riparte: le mostre di design e architettura
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Elettrodomestici di design: un po

Elettrodomestici di design: un po' di novità

Da scoprire nel servizio fotografico di Thomas Albdorf, con il set design di Cameranesi & Pompili e la moda di Fabiana Fierotti
Tre documentari di architettura da vedere

Tre documentari di architettura da vedere

Protagonisti Frank Lloyd Wright, Mies Van Der Rohe, Gio Ponti. Su Rai 5, a partire dal 18 gennaio, e alla Triennale di Milano, lunedì 21 gennaio
Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Richiama le architetture dello storico istituto di Dessau realizzato nel 1919. L’obiettivo? Indagare il ruolo del design all'interno delle realtà sociali e politiche
Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Un omaggio a Fernanda Wittgens, prima donna a dirigere un museo statale in Italia. Con il progetto di interior curato da rgastudio
The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


Un modello ibrido concepito per accogliere studenti, lavoratori, viaggiatori e residenti. Nato sulle ceneri di un palazzo storico in via Lavagnini