Credits: Le idee, le soluzioni e i progetti proposti da INTERNI in Energy for Creativity tendono a migliorare l’ambiente delle singole comunità urbane e dell’intero pianeta. Nell'immagine Waves of Creativity, progetto Mac Stopa, realizzazione Bolon (con Tonon, Profim, TMK Projekt, Saint-Gobain Formula, Marro, Advertis Group, Casali, Mosaico Digitale, Flos, Samsung, The Fake Factory, Danese)
Credits: Nella splendida cornice dell'Università Statale, all'interno dei chiostri del '400 del Filarete, l'evento di INTERNI: Energy for creativity - A Dream for Tomorrow. Looking to the Past to Invent the Future. Nell'immagine l'installazione Living Line, progetto Speech Tchoban & Kuznetsov con Agniya Sterligova, realizzazione Velko 2000
Credits: The garden of Wonders: nella cornice dell’Orto Botanico di Brera la Fondazione internazionale Be Open, nata per iniziativa di yelena Baturina e attiva nel campo del design e della creatività, e la rivista interni presentano the garden of Wonders - a Journey through Scents, un’articolata esposizione sul tema del profumo. (Orto Botanico di Brera, via Fratelli Gabba 10 / via Brera 28, Milano 13 aprile-24 maggio 2015)
Credits: L’evento dedicato all’ecodesign e all’abitare sostenibile torna dal 14 aprile al 3 maggio con la sesta edizione negli spazi di Cascina Cuccagna a Milano, durante il Salone internazionale del Mobile e fino alle soglie di Expo 2015. Goodesign – The natural circle si articola nel dialogo tra natura e tecnologia, con una visione poetica e creativa. (via Cuccagna 2/4, ang. via Muratori, dal 14 al 19 aprile h. 11-22 e dal 20 al 30 aprile ore 12-20)
Credits: Merita una visita la Triennale di Milano (via Alemagna 6) dove oltre alle mostre, troverete anche il maestoso Chandelier firmato da Jacopo Foggini per Slamp: 4 metri di diametro con cromie che sfumano tra i toni del bianco e del blu, appartiene al progetto di restyling del Teatro dell’Arte della Triennale e si ispira al progetto originale degli anni Trenta di Giovanni Muzio
Credits: Samsung propone un'esperienza multisensoriale sfruttando le sue tecnologie. L'appuntamento è in viale della Liberazione 9-13 al Samsung District
News

Fuori salone: 5 eventi da vedere

Ilaria Molinari

Come sempre Milano si anima durante il Salone del Mobile: 1000 circa gli eventi previsti con feste, presentazioni di arredi e mostre suggestive.

Le zone in cui si concentrano gli eventi sono: Tortona, Brera, Centro, Porta Romana e Ventura.

Nella zona del centro potrete trovare le showroom delle più grandi aziende di design con i nuovi prodotti esposti in maniera originale. In Brera vincono tessuti, artigiani e aziende luxory. Passando per Porta Romana, gli eventi green si mescolano alle proposte di piccoli designer con, spesso, autoproduzioni mentre in zona Ventura il design fresco delle scuole è abbinato a qualche punta di diamante del design mondiale.

In Tortona è un mix di tutto: si potranno vedere e grandi aziende come i piccoli produttori, uniti anche alle proposte autoprodotte (per vedere tutto, si deve prendere una giornata solo per questa zona).

In tutto questo, si incontrano ovunque mostre ed eventi suggestivi, adatti a tutti: anche a chi non interessa il design ma ama essere sorpreso.

Come le installazioni all'Università Statale di Milano (via Festa del Perdono 7;  13 aprile-24 maggio 2015), nell'ambito del progetto Energy for Creativity ideato dalla rivista INTERNI: designer e aziende di fama mondiale espongono la loro idea di casa del futuro nella suggestiva cornice dei chiostri del '400 realizzati dal Filarete. Una visita al calar della sera, sarà ancora più suggestiva: le installazioni prenderanno vita attraverso i giochi di luce, creando una magica atmosfera.

Un percorso sensoriale dedicato al mondo del profumo, sempre all'interno del progetto Energy for Creativy di INTERNI, lo troverete all'Orto Botanico di Brera: un'esplorazione tra le possibili sinergi del design d'autore e le imprese artigianali che operano nell'ambito del futuro.

Alla Cascina Cuccagna ci sarà Gooddesign: l'evento dedicato al design eco-sostenibile sfruttando anche le tecnologie del futuro. Tra le imprese e i designer partecipanti, un gruppo di designer olandesi con progetti che si ispirano alla natura attraverso l’impiego di tecnologie 3D, bioluminescenze e nuovi materiali zero-emissioni. L'appuntamento è stato ideato da BestUp, il circuito del design sostenibile, l'Associazione Consorzio Cantiere Cuccagna con l'art direction di Officina Temporanea.

Alla Triennale di Milano ci saranno diverse mostre tra cui Arts & Foods, oltre all'esposizione dello spettacolare Chandelier design Jacopo Foggini per Slamp, ideato per il restyling del Teatro dell’Arte.

Gli amanti della tecnologia si troveranno a loro agio nell'evento di Samsung: Al Samsung District troverete un'innovativa installazione dove avanguardia e design si uniranno per regalare un'esperienza multisensoriale (le date: 14-16 aprile h. 11-19; 17 aprile h. 11-23; 18 aprile h. 11-20; 19 aprile h. 11-19).

News
Euroluce 2015: le 12 cose da vedere
News
Anteprima mondiale della collezione Rubelli Casa
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto