Gio Ponti nella sua casa milanese di via Dezza a Milano
In primo piano, da sinistra, il tavolino D.552.2 e la poltrona D.153.1. A parete, la libreria D.355.1
Il cassettone D.655.1, disegnato da Gio Ponti tra il 1952 e il 1955
Una veduta interna di Villa Planchart, Caracas, Venezuela
News

Una grande retrospettiva dedicata a Gio Ponti, a Parigi

Tutto Ponti. Gio Ponti Archi-Designer. Questo il titolo della mostra-omaggio, in programma al Musée des Arts Décoratifs di Rue de Rivoli di Parigi, dedicata al grande maestro milanese del design e dell’architettura, certamente tra i più importanti del XX secolo.

L'inaugurazione dell'ampia retrospettiva è in programma il 19 ottobre e per visitarla ci sarà tempo fino al 10 febbraio 2019. Con la curatela di Olivier Gabet, Dominique Forest, Sophie Bouilhet-Dumas e Salvatore Licitra, il percorso espositivo ripercorre la lunga carriera di Gio Ponti, dal 1921 fino ad arrivare al 1978.

«Creatore eclettico, interessato tanto alla produzione industriale quanto all’artigianato, Gio Ponti ha arricchito l’architettura del dopo guerra, indicando le prospettive per una nuova arte del vivere», hanno dichiarato i curatori.

In mostra ci saranno più di cinquecento pezzi, molti dei quali esposti per la prima volta, tra architetture e arredi, ma anche ceramiche, lampade, vetri e riviste. L'allestimento è progettato dallo studio Wilmotte & Associés, con il progetto grafico di Italo Lupi per la segnaletica e l'agenzia BETC per la grafica dei documenti di comunicazione.

A dare il suo contributo alla mostra è Molteni&C, che al Musée des Arts Décoratifs ha prestato alcuni arredi originali oggi parte della collezione del Molteni Museum. Dal 2010, infatti, l'azienda brianzola riedita i pezzi firmati da Gio Ponti realizzati nel corso di oltre 50 anni.

Products
Il telescopio più grande del mondo

News
Paul Thorel per Mutina for Art
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

La celebre seduta firmata dal progettista danese nel 1963 si rifà il look, optando per un connubio di pietra e compositi in fibra di carbonio
Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Si trova a Napoli, per la precisione nel quartiere di Chiaia, ed è costruito all’interno di una cava di tufo su sette livelli
Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Un’ossessione da collezionista per Batman. E per i mobili di Eileen Gray. Il più acclamato designer editoriale al mondo rivela le sue passioni e ispirazioni
Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

L’architettura firmata dal progettista comasco Giuseppe Terragni ospita le opere di 18 giovani artisti. Per un solo giorno: giovedì 19 luglio dalle 16.00 alle 22.00
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale