Illario - bracciale del 1969
Mario Masenza, bracciale anni Cinquanta
Cazzaniga - bracciale del 1960
Frascarolo - spilla con testa di pantera, 1960
Riviäre - collana trio a 18 elementi
Ascione - pendente Liberty
Ravasco -pendente
Bulgari - collana art decï
Nardi Moretto - Albero della vita
Enrico Serafini - anello
Pomellato - bracciali alla schiava
Buccellati - tiara del 1929
Musy, diadema scomponibile inizi del Novecento
News

Il gioiello italiano in mostra a Milano

Fino al 20 marzo il Museo Poldi Pezzoli di Milano presenta un viaggio nella storia del gioiello italiano del XX secolo e di suoi protagonisti.

Il percorso espositivo, intitolato Il gioiello italiano del XX secolo, si configura come un omaggio al saper fare artigianale italiano e riunisce oltre 150 opere, oggetti preziosi come tiare e diademi, ma anche collane ombelicali, anelli, bracciali, spille e orecchini, realizzati dai grandi nomi dell’oreficeria italiana.

Dai monili di Mario e poi di Gianmaria Buccellati, alle inedite creazioni del milanese Alfredo Ravasco, del genovese Filippo Chiappe, dei torinesi Musy, del romano Petochi e del milanese Cusi, al neoarcheologismo di Codognato, ai gioielli in corallo della Famiglia Ascione.

La mostra è curata dalla storica del gioiello Melissa Gabardi e del Museo Poldi Pezzoli e racconta lo scenario della produzione italiana del ‘900, ripercorrendone l’evoluzione attraverso sezioni cronologiche dedicate al Neostoricismo, al Liberty, all’Art Déco, alla produzione degli Anni Trenta, Quaranta e Cinquanta, fino ad arrivare agli anni Sessanta, Settanta, Ottanta e Novanta: il percorso della nascita del made in Italy.

A completare la mostra un volume curato di Melissa Gabardi, edito da Silvana Editoriale, che raccoglie 350 immagini inedite, ottanta biografie dei gioiellieri citati e un ricco glossario.

Storytelling
In conversazione con i fratelli Campana
Products
Stile nordico: idee per arredare
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

La celebre seduta firmata dal progettista danese nel 1963 si rifà il look, optando per un connubio di pietra e compositi in fibra di carbonio
Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Si trova a Napoli, per la precisione nel quartiere di Chiaia, ed è costruito all’interno di una cava di tufo su sette livelli
Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Un’ossessione da collezionista per Batman. E per i mobili di Eileen Gray. Il più acclamato designer editoriale al mondo rivela le sue passioni e ispirazioni
Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

L’architettura firmata dal progettista comasco Giuseppe Terragni ospita le opere di 18 giovani artisti. Per un solo giorno: giovedì 19 luglio dalle 16.00 alle 22.00
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale