Il nuovo Gucci Hub di via Mecenate 79, a Milano
Il nuovo quartier generale della maison sorge in un'ex fabbrica aeronautica
News

Il nuovo Gucci Hub firmato Piuarch

Dopo tre anni di ristrutturazione ha inaugurato a Milano - al 79 di via Mecenate - Gucci Hub, il nuovo quartier generale della casa di moda fiorentina.

La struttura nasce dalle ceneri dell’ex fabbrica aeronautica Caproni, dove dal 1915 al 1950 venivano costruiti biplani e triplani, che spiccavano i loro voli di prova e collaudo sull’adiacente campo di volo di Taliedo.

Gucci Hub si estende su una superficie di 35mila metri quadrati e accoglie insieme per la prima volta tutti gli uffici meneghini del marchio, gli showroom, lo spazio destinato alle sfilate, le attività grafiche e lo studio fotografico, all’interno di una location che ospita oltre 250 persone.

A firmare il progetto è stato lo studio milanese Piuarch, che nel 2013 ha accettato l’incarico di recuperare il patrimonio architettonico preesistente definendo un impianto volumetrico e concettuale capace di accogliere le esigenze di un moderno headquarter.

Gucci Hub si configura come un progetto sostenibile: al suo interno è presente un bosco, una piazza alberata, giardini diffusi, patii e pareti verdi, con tanto di certificazione Leed Gold.

Il cuore del complesso è costituito una torre di sei piani costruita ex-novo, con le pareti in vetro, che insiste su una superficie di oltre 3mila metri quadri. Il volume e la forma della torre, con i suoi componenti neri e di metallo, producono un forte contrasto con le pareti di mattoni rossi degli edifici storici. A questi si affianca il parcheggio sotterraneo, che può contenere 300 auto.

Ad ispirare gli interni di Gucci Hub è stata la visione e l’estetica del Direttore Creativo, Alessandro Michele. Le singole aree sono state arredate con pezzi perlopiù unici, valutando la configurazione degli spazi: poltrone da teatro, vecchi piani di lavoro da bar, schermi vintage, poltrone e tavolini.

Places
Cinque ristoranti stellati da non perdere
News
Anversa, la nuova Port House disegnata da Zaha Hadid
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
I quadri di Marc Chagall a Mantova

I quadri di Marc Chagall a Mantova

In concomitanza con il Festivaletteratura, dal 5 settembre, Palazzo della Ragione ospita oltre 130 opere tra cui il ciclo completo dei 7 teleri dipinti da Chagall nel 1920
Una notte al Joshua Tree, in California

Una notte al Joshua Tree, in California

Un’oasi di pace dove godere di uno scenario mozzafiato nel bel mezzo del deserto, tra rocce scolpite e cieli stellati. Ecco Folly dello studio Cohesion
Itinerari enoartistici: Art of the Treasure Hunt

Itinerari enoartistici: Art of the Treasure Hunt

Nel Chianti, sei cantine vinicole ospitano dipinti, sculture e installazioni site-specific. Un percorso suggestivo alla scoperta delle eccellenze della regione e dei nuovi interpreti dell'arte
Sulla torre di Gio Ponti

Sulla torre di Gio Ponti

Sobrio, elegante. Innovativo, ma in armonia con il contesto. A Milano, il primo grattacielo italiano ha un’anima swing e segna l’ultima collaborazione tra Lancia e Ponti
I cani di Elliott Erwitt in mostra a Treviso

I cani di Elliott Erwitt in mostra a Treviso

Casa dei Carraresi ospita un grande percorso espositivo dedicato a un tema tanto caro al fotografo americano, quello degli amici a quattro zampe