Holis School
Holis School - Credits: Foto: Julia Karczewska
Holis School
News

Una summer school per immaginare il futuro delle comunità rurali

Secondo il World Urbanization Prospects redatto dall'ONU, entro il 2050 circa due terzi della popolazione mondiale vivrà nelle città. Un fenomeno che pone diverse sfide per le comunità rurali, in Europa e non solo, costrette ad affrontare il progressivo spopolamento, la chiusura delle attività e la mancanza di opportunità per i giovani. Proprio da qui nasce l'idea di Maxim Dedushkov, service e strategic designer ungherese, e la curatrice Eszter Bircsak: creare una serie di summer school itineranti che possano aiutare concretamente le regioni rurali più in difficoltà d'Europa.

Fondata nel 2014 in Ungheria, la Holis Summer School è un progetto educativo basato sull'incontro tra studenti e professionisti provenienti dai settori più diversi – dal marketing, l'agricoltura, il design, il business planning e il web development – che ha lo scopo di sviluppare progetti a supporto delle comunità locali.

Ogni summer school, della durata di circa dieci giorni, ha un obiettivo differente: quest'anno si potrà scegliere tra lo sviluppo di prodotti in legno per aiutare una comunità in Ungheria, un progetto sull'ecosistema agricolo di un paesino in Polonia, l'ideazione di scenari futuri per un castello abbandonato in Slovacchia e la programmazione delle attività di un centro dedicato alla sostenibilità rurale in Portogallo. Piccoli progetti che possono dare il via alla rinascita delle comunità locali.

I corsi, tenuti da esperti e professionisti internazionali, sono aperti a studenti e lavoratori di tutte le età e nazionalità. Facendo leva sulle soft skill necessarie per la creazione di progetti dal forte impatto sociale, ogni summer school è finalizzata a trovare soluzioni concrete alle problematiche di un determinato territorio,  Più che una scuola, un programma sperimentale che vuole formare professionisti in grado di immaginare il futuro dei contesti rurali. A collaborare nell'ideazione dei progetti sono inoltre partner locali come ONG, piccole associazioni culturali o aziende agricole.

Per partecipare è necessario inviare la propria candidatura entro il 17 maggio. Qui tutte le info.