Zero Star Hotel, Landversion, 2016 - Credits: ®Null_Stern
News

In Svizzera il primo hotel senza pareti

Basta con il lusso e le comodità, l’aria condizionata ed il televisore al plasma. Nasce in Svizzera Null Stern Hotel, il primo hotel senza pareti che riduce all’essenziale ogni servizio.

Gli artisti concettuali Frank e Patrik Riklin, supportati da un maitre professionale Daniel Charbonnier, hanno aperto il Null Stern Hotel sotto forma di un letto matrimoniale collocato all’aria aperta nella campagna svizzera.

I due artisti non sono nuovi ad idee bizzarre in fatto di ospitalità. Già tra il 2008 e il 2010 Frank e Patrik Riklin, fratelli gemelli, avevano trasformato un ex bunker atomico, nel cantone di San Gallo in Svizzera, in un hotel “a zero comodità”. Per soli 10 franchi svizzeri, i turisti potevano provare l’ebbrezza di dormire in un bunker sotterraneo senza finestre, telefono o TV.

Il nuovo albergo non è altro che l’evoluzione ancora più estrema del progetto artistico dei due artisti concettuali. Posto a 1.960m di altitudine, a Safiental, nel cantone svizzero dei Grigioni, è dotato di un semplice pavimento con sopra un letto matrimoniale, due comodini e due lampade.

Nessun immobile, né pareti a proteggere gli avventurosi turisti che hanno a disposizione un bagno a dieci minuti di cammino dall’hotel. Non certo comodissimo, ma la vista sulle Alpi ed il cielo stellato come tetto promettono di non far rimpiangere la mancanza di comodità.

La struttura è accessibile chiaramente solo d’estate, ma a differenza del hotel all’interno del bunker, dormire all’aperto si rivela decisamente più costoso: ci vogliono circa 250 franchi svizzeri per soggiornare una notte al Null Stern Hotel di Safiental.

Zero Star Hotel, Landversion, 2016 - Credits: ®Null_Stern
Zero Star Hotel, 2016. Dettaglio
Zero Star Hotel, 2016. - Credits: ®Null_Stern
Zero Star Hotel, 2016. La preparazione del maitre. - Credits: ®Null_Stern
Vsta delle Alpi a Safiental in Svizzera - Credits: ®Null_Stern
Credits: ®Null_Stern
Zero Star Hotel, Landversion, 2016 - Credits: ®Null_Stern
Places
Le terme più belle d'Europa
Places
Il mondo del vino in un museo: La Cité du Vin
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Bike Rome: esplorare la mobilità su due ruote

Un progetto di tesi realizzato dagli studenti di IED Roma che mette insieme design e sostenibilità
Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Ripercorrere i sentieri della storia: il nuovo Jameel Arts Centre di Dubai

Nasce il primo museo indipendente d'arte contemporanea a Dubai. Un centro dedicato alla creatività che scorre nelle regioni del Golfo, alla ricerca delle trame che ne compongono l'identità
Sei architetti chef per una sera

Sei architetti chef per una sera

Succede a Venezia, in occasione di ArchichefNight 2018: martedì 20 novembre l’architettura si sposta ai fornelli
Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Edison e Fondazione Prada: insieme per la sostenibilità

Una partnership green che guarda al futuro, per un uso efficiente delle risorse all’interno degli spazi espositivi, evitando sprechi energetici
70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

70 anni di prodotti Coop in mostra alla Triennale

Curata da Giulio Iacchetti e Francesca Picchi, omaggia l’universo dei prodotti targati Coop nel panorama delle proposte italiane