Zero Star Hotel, Landversion, 2016 - Credits: ®Null_Stern
News

In Svizzera il primo hotel senza pareti

Basta con il lusso e le comodità, l’aria condizionata ed il televisore al plasma. Nasce in Svizzera Null Stern Hotel, il primo hotel senza pareti che riduce all’essenziale ogni servizio.

Da qualche settimana gli artisti concettuali Frank e Patrik Riklin, supportati da un maitre professionale Daniel Charbonnier, hanno aperto il Null Stern Hotel sotto forma di un letto matrimoniale collocato all’aria aperta nella campagna svizzera.

I due artisti non sono nuovi ad idee bizzarre in fatto di ospitalità. Già tra il 2008 e il 2010 Frank e Patrik Riklin, fratelli gemelli, avevano trasformato un ex bunker atomico, nel cantone di San Gallo in Svizzera, in un hotel “a zero comodità”. Per soli 10 franchi svizzeri, i turisti potevano provare l’ebbrezza di dormire in un bunker sotterraneo senza finestre, telefono o TV.

Il nuovo albergo non è altro che l’evoluzione ancora più estrema del progetto artistico dei due artisti concettuali. Posto a 1.960m di altitudine, a Safiental, nel cantone svizzero dei Grigioni, è dotato di un semplice pavimento con sopra un letto matrimoniale, due comodini e due lampade.

Nessun immobile, né pareti a proteggere gli avventurosi turisti che hanno a disposizione un bagno a dieci minuti di cammino dall’hotel. Non certo comodissimo, ma la vista sulle Alpi ed il cielo stellato come tetto promettono di non far rimpiangere la mancanza di comodità.

La struttura è accessibile chiaramente solo d’estate, ma a differenza del hotel all’interno del bunker, dormire all’aperto si rivela decisamente più costoso: ci vogliono circa 250 franchi svizzeri per soggiornare una notte al Null Stern Hotel di Safiental.

Zero Star Hotel, Landversion, 2016 - Credits: ®Null_Stern
Zero Star Hotel, 2016. Dettaglio
Zero Star Hotel, 2016. - Credits: ®Null_Stern
Zero Star Hotel, 2016. La preparazione del maitre. - Credits: ®Null_Stern
Vsta delle Alpi a Safiental in Svizzera - Credits: ®Null_Stern
Credits: ®Null_Stern
Zero Star Hotel, Landversion, 2016 - Credits: ®Null_Stern
Places
Le terme più belle d'Europa
Places
Il mondo del vino in un museo: La Cité du Vin
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”