Il designer tedesco Konstantin Grcic - Credits: Ph. Ryan Lowry
La scrittrice e critica Alice Rawsthorn - Credits: Ph. Marius W Hansen
Il designer olandese Marcel Wanders - Credits: Ph. Barrie Hullegie - Fashion editor: David St John-James - Marcel Wanders indossa total look Louis Vuitton
News

Icon Design di aprile

Sabato 1 aprile siamo in edicola con il nuovo numero di Icon Design, anticipando la Milano Design Week di qualche giorno.

Torniamo con tre copertine dedicate ad altrettanti protagonisti dell’universo del design: Konstantin Grcic, Alice Rawsthorn e Marcel Wanders. Quello di aprile è un numero denso di contenuti, a partire dal Culture Club con la consueta carrellata di prodotti, curiosità ed eventi legati al mondo dell’arte, dell’architettura e del progetto. Spazio al Salone del Mobile con uno speciale che raccoglie eventi e novità che animeranno la città meneghina. Tra gli altri, da non perdere la prima edizione degli Icon Design Talks, sei giorni di appuntamenti dedicati all’architettura e al design ospitati all’interno della nuova sede della Microsoft House, in viale Pasubio 21. Nel numero troverete una guida portatile alla rassegna con tutte le informazioni per partecipare a talk, tavole rotonde e masterclass. 

Tante le incursioni, come quella nella casa bohémien di Andrea Lissoni, il curatore italiano che ha conquistato Londra grazie alla sua sensibilità molto speciale per la visual art. Michele De Lucchi ci apre le porte del suo studio milanese, mentre lo stilista Rodolfo Paglialunga della sua casa anni Venti che ha progettato come un loft.
 I nomi di caratura internazionale sono tanti: Massimiliano Locatelli, Luca Cipelletti, Aldo Bakker, Dominic Wilcox, i fratelli Campana, Chiara Andreatti, Richard e Ruth Rogers, Ken Ken Hiratsuka, Barbara Radice e molti, molti altri.

Nel Sud della Germania, a Löbau, vi portiamo alla scoperta Haus Schminke: la casa dei giochi realizzata negli anni Trenta da Hans Scharoun. Ci spostiamo poi in Oriente, vicino a Tokyo, per conoscere il cimitero di Sayama progettato dall’architetto Hiroshi Nakamura, un invito al raccoglimento nel grembo della Natura. Per poi esplorare la galleria ferroviaria del San Gottardo, inaugurata da qualche settimana: con i suoi 57 km è la più lunga al mondo. Sempre in tema di mobilità, incontriamo Gilles Vidal, capo del team di designer di Peugeot, che ci racconta l’automobile del futuro, elettrica, senza volante e con 
il motore posizionato ovunque. Vi aspettiamo in edicola e dal vivo dal 4 al 9 aprile alla Microsoft House per gli Icon Design Talks.  

Milano Design Week
Quarantasei talismani a Palazzo Clerici
News
Raffaello: quando l’arte è in 3D
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Elettrodomestici di design: un po

Elettrodomestici di design: un po' di novità

Da scoprire nel servizio fotografico di Thomas Albdorf, con il set design di Cameranesi & Pompili e la moda di Fabiana Fierotti
Tre documentari di architettura da vedere

Tre documentari di architettura da vedere

Protagonisti Frank Lloyd Wright, Mies Van Der Rohe, Gio Ponti. Su Rai 5, a partire dal 18 gennaio, e alla Triennale di Milano, lunedì 21 gennaio
Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Un autobus per i 100 anni del Bauhaus

Richiama le architetture dello storico istituto di Dessau realizzato nel 1919. L’obiettivo? Indagare il ruolo del design all'interno delle realtà sociali e politiche
Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Caffè Fernanda, la nuova caffetteria della Pinacoteca di Brera

Un omaggio a Fernanda Wittgens, prima donna a dirigere un museo statale in Italia. Con il progetto di interior curato da rgastudio
The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


The Student Hotel a Firenze: come cambia il mondo dell’ospitalità


Un modello ibrido concepito per accogliere studenti, lavoratori, viaggiatori e residenti. Nato sulle ceneri di un palazzo storico in via Lavagnini