Credits: Kartell
Credits: Kartell
Credits: Kartell
Credits: Kartell
Credits: Kartell
News

La sedia secondo Kartell

Una nuova mostra al Kartell Museo per ripercorrere la storia progettuale di Kartell.

Ospitata nel contesto della Settimana della Cultura d’Impresa 2016, Sfidando il futuro. 1966-2016 cinquant’anni di innovazione nelle sedute Kartell, presenta quindici sedie Kartell, realizzate a partire dagli anni Sessanta ad oggi, che hanno portato importanti innovazioni nella tipologia della seduta in materiale plastico.

Sedute firmate dai più importanti designer e maestri come Gae Aulenti, Ron Arad, Carlo Bartoli, Anna Castelli Ferrieri, il trio Giorgina Castiglioni - Giorgio Gaviraghi - Aldo Lanza, Centrokappa, Joe Colombo, Piero Lissoni, Vico Magistretti, Masayuki Matzukaze e Philippe Starck.

Per l’azienda milanese la sedia è un oggetto speciale, nonché una grande passione che ha segnato l’avvio della produzione di arredamento: il primo prodotto della Divisione Habitat Kartell è stato infatti la seggiolina per bambini K 1340 (poi K 4999) disegnata da Marco Zanuso e Richard Sapper, la prima al mondo in materiale plastico, entrata in catalogo nel 1964 dopo ben quattro anni di studio.

Nel 1965 Kartell ha iniziato la progettazione della sedia Universale di Joe Colombo, la prima seduta in plastica del mondo per adulti, il cui prototipo è protagonista della mostra.

A questa seguono, tra le altre, la sedia in poliuretano di Gae Aulenti, esposta per la prima volta al MoMA di New York nel 1972; la sedia impilabile 4870 di Anna Castelli Ferrieri, premiata con il Compasso d’Oro nel 1986; la sedia Maui di Vico Magistretti del 1996, la prima monoscocca senza supporti a sostegno dello schienale; la sedia La Marie di Philippe Starck del 1999, la prima sedia in policarbonato trasparente del mondo.

Places
Casa Morra: a Napoli un nuovo spazio per l'arte contemporanea
Products
Regali di Natale: trolley di design
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi