40 Oled TV di LG ricreano l'Aurora Boreale facendo da sfondo al concerto dei Gus Gus. - Credits: LG
News

LG: l’aurora boreale ricreata con gli Oled Tv

«Siamo la prima generazione sulla terra a vivere senza il buio del cielo notturno sopra le nostre teste. Nelle nostre città illuminate, siamo disconnessi dalla profondità eterna dello spazio e dalla meraviglia di un universo di stelle. Il cielo di notte è la sorgente di quasi tutti gli aspetti dello spirito umano, la casa degli Dei, la destinazione della nostra scienza, l’orientamento per i navigatori, l’eternità che espande le nostre menti e ispira poeti, filosofi, astronomi e astrologi», dice il poeta e scrittore Andri Snær Magnason che nel 1999 chiese alla città di Reykjavik di spegnere tutte le luci artificiali della città per poter vedere l'aurora boreale, restituendo ai cittadini la purezza del cielo notturno islandese. 

Dopo sette anni di campagna, il progetto “Lights out, Stars on” di Magnason divenne finalmente realtà. Il consiglio comunale di Reykjavik e i suoi comuni limitrofi furono concordi allo spegnimento delle luci nella capitale per mezz’ora.

Il 28 settembre 2006, tutte le persone di Reykjavik e dintorni riuscirono ad ammirare uno scorcio della favolosa aurora islandese e le scintillanti stelle nel cielo notturno senza inquinamento luminoso.

Oggi, per la prima volta, le nuove tecnologie permettono di assistere a una fedele rappresentazione dell’Aurora Boreale in tutto il suo splendore. LG ha presentato una serie di immagini dell’Aurora, della Via Lattea, dei fiordi islandesi e di molte altre meraviglie, immortalate da fotografi islandesi e mostrati sui nuovissimi Oled TV.
Questi scatti ad altissima risoluzione saranno in mostra dal 20 luglio al 20 novembre all’Harpa Concert Hall di Reykjavik.

Non solo, in occasione dell'apertura di questa esposizione, LG ha ricreato la notte stellata islandese e l'Aurora Boreale con ben 40 schermi Oled TV a far da sfondo durante il concerto di tre band islandesi.

Per realizzare questo suggestivo spettacolo LG ha lavorato con Magnason.