Credits: Ph. Vincent Lappartient
Credits: Ph. Vincent Lappartient
Credits: Ph. Vincent Lappartient
Credits: Ph. Vincent Lappartient
News

Il lino europeo in mostra a Milano

Quali sono le tappe della trasformazione del lino? Per conoscere meglio il complesso processo che va dalla pianta al tessuto, la rassegna Amo il Lino porta la natura in città. E lo fa con un’installazione firmata dal designer francese Philippe Nigro, visibile fino al prossimo 11 maggio a Milano nella cornice di MonteNapoleone District.

Un vero e proprio campo di lino che si estenderà dalla Piazzetta Croce Rossa fino a Piazza San Babila dove ammirare balle di paglia di lino estirpato, lino pettinato prima della filatura, rocche di filato e rotoli di tessuto multicolore. Un percorso a tappe ritmato dall’installazione di box in vetro a testimoniare la versatilità del lino in tutte le sue interpretazioni: dalla moda al design, fino ai materiali compositi. A oltre 5 metri di altezza, i colori del lino rivestiranno via Montenapoleone svelando l’eccellenza e l’innovazione che contraddistingue le aziende, i filatori e i tessitori italiani. Un’installazione luminosa realizzata con oltre 1500 metri di tessuti di lino. E per l’occasione 50mila sacchetti di semi di lino sostenibile, ecologico e responsabile saranno proposti ai visitatori: da piantare sul balcone, in terrazza oppure in giardino.

«Bisogna incoraggiare la produzione locale, è un settore in piena rinascita, e possiamo esserne fieri», spiega il designer Philippe Nigro. «I giovani alternativi hanno incoraggiato questo rilancio; più che una moda, è un ritorno alle origini. Per me, il lino è sorprendentemente ipertecnologico. Il lino mantiene la promessa della sostenibilità, per il pianeta e nel guardaroba». 

Storytelling
Barbara Radice: frammenti di vita, appunti per non dimenticare
News
La seconda edizione di Open House Milano
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”