Mactan-Cebu, il secondo aeroporto più importante delle Filippine, sarà il primo in Asia interamente realizzato in legno lamellare
Per la realizzazione, l'azienda Rubner Holzbau produrrà 4.500 m³ di legno lamellare
News

Un aeroporto in legno lamellare

Un aeroporto interamente in legno lamellare? È la sfida raccolta da Rubner Holzbau, azienda del gruppo Rubner specializzata in grandi opere in legno, per la realizzazione del terminal passeggeri dell’Aeroporto Internazionale di Mactan-Cebu, nelle Filippine.

L’ispirazione per il progetto arriva direttamente dalle forme delle canoe bangka appartenenti al patrimonio culturale locale: lunghe travi di 23 metri in legno lamellare si intrecciano dando vita alla struttura portante ondulata del tetto a botte che ricoprirà i 65mila metri quadri di superficie del terminal

I vantaggi del legno lamellare sono molteplici: è un prodotto nuovo, realizzato su scala industriale attraverso un procedimento tecnologico di incollaggio a pressione che riduce i difetti propri del legno massello. In secondo luogo si tratta di un materiale composito costituito essenzialmente di legno naturale, di cui mantiene i pregi come l'elevato rapporto tra resistenza meccanica e peso, e il buon comportamento in caso di incendio: non collassa e tende a bruciare in modo controllato.

Le travi lamellari sono caratterizzate da una forte capacità di carico, superiore anche a quella degli elementi in legno massello di cui hanno superato limiti dimensionali e funzionali. Sono elementi alternativi nel settore dell’edilizia capaci di garantire proprietà antisismiche superiori di 4 ordini di grandezza rispetto a cemento e acciaio.

Il nuovo terminal, il cui completamento è previsto entro giugno 2018, triplicherà la capacità di gestione dell'aeroporto di Mactan-Cebu dagli attuali 4,5 milioni di passeggeri all'anno, al traguardo dei 12,5 milioni.