Credits: MADE expo
News

Un po’ di novità da MADE expo

MADE expo, la più grande fiera nostrana dedicata al mondo delle costruzioni e dell’architettura, torna negli spazi di Fiera Milano Rho con la sua nona edizione, in programma dal 13 al 16 marzo, sotto il titolo Costruire connessioni. La qualità dell’abitare tra progettazione, realizzazione e mercati.

«Il nostro sforzo è quello di mettere insieme tutti gli attori del sistema», ha dichiarato Massimo Buccilli, presidente di MADE expo«Per farlo i mezzi tradizionali non sono più sufficienti, il mercato online è molto attivo. Qui entra in gioco la nostra fiera, completando la ricerca sul web. Toccare i prodotti e vedere dal vivo come si installano costituisce un valore aggiunto. Sarà un'edizione all’insegna della qualità, un'indagine sui nuovi modi di costruire e abitare la propria casa».

La manifestazione propone un’ampia selezione di materiali, soluzioni e sistemi per la progettazione, il cantiere e l’edilizia, la filiera completa del serramento, i sistemi di involucro, le soluzioni outdoor e di schermatura dalla luce, il mondo delle finiture e degli interni. L’offerta è concentrata su otto padiglioni organizzati in quattro Saloni: MADE Costruzioni e Materiali, MADE Involucro e Serramenti, MADE Interni e Finiture, MADE Software, Tecnologie e Servizi. 

Tema cardine dell'edizione 2019 di MADE expo sarà la qualità dell’abitare, declinato con attenzione alla rigenerazione urbana e infrastrutturale e con focus su comfort, sicurezza, sostenibilità, innovazione. Argomenti che trovano spazio anche nella mostra Elle Decor Design Box concepita dagli architetti Calvi Brambilla, tra suggestioni e ispirazioni legate all'interior design.

«La manifestazione ha un forte focus nazionale ma con un 10% di visitatori stranieri», precisa Giovanni Grassi, direttore generale di MADE expo. «L’ultima edizione ha visto 105mila presenze. Non voglio essere Milano centrico, ma è bene ricordare che Milano è un esempio virtuoso di quella che può essere una città del futuro». Gli fa eco Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo, sottolineando l’importanza di fare sistema: «Il Paese ha bisogno di ripartire dal mondo dell’edilizia».