Thème (RE) GENERATION - Concept verre MAISON
MICHAEL ANASTASSIADES - Flos Arrangements - Credits: Courtesy of Flos
Thème (RE) GENERATION - Begg & co MAISON
Thème (RE) GENERATION - BENEDICTE VALLET KAOLIEN - pìle Maison Hall
Thème (RE) GENERATION - Epure Pìle Maison Hal
Thème (RE) GENERATION - HARMONY - TEXTILE DUBOS AS Pìle Objet Hall 5A Home Linen
News

Maison&Objet 2020: le anticipazioni

Dal 17 al 21 gennaio torna la fiera parigina Maison&Objet, che quest'anno festeggia il 25° anniversario con un'edizione dedicata alle tendenze del presente e del futuro. Tema del 2020 sarà infatti (Re) Generation!, che vuole esplorare i desideri delle generazioni Y e Z, i ventenni e trentenni di oggi.

Sempre più attenti alle trasformazioni sociali e ambientali, sostengono il commercio equo e virtuoso, supportando le piccole produzioni locali – come il made in Biarritz e il made in Bretagna, nel caso della Francia - e acquistando prodotti che provengono da processi di riuso e riciclo. Al lato più “impegnato” di questa generazione sarà dedicata l'edizione di gennaio, mentre a settembre l'attenzione si rivolgerà al rapporto con l'universo digital e high-tech.

Il designer belga Ramy Fischler realizzerà un’installazione formato extralarge con l’obiettivo di illustrare questi nuovi trend di comportamento dei consumatori, mentre nella sezione What's New andrà in scena una selezione di nuovi prodotti a cura di Elizabeth Leriche, François Bernarde e François Delclaux.

Designer of the Year sarà invece Michael Anastassiades, che proprio a Maison&Objet presentò il suo brand più di dieci anni fa. A gennaio allestirà sedici dei suoi Mobile Chandeliers - per la prima volta tutti insieme – raccontando così la sua visione e la sua costante ricerca improntata all'essenzialità.

E poi: per celebrare il 25° anniversario della fiera, il premio Rising Talents sarà tutto dedicato ai nuovi talenti del design francese. La giuria, composta dal designer Pierre Charpin (a sua volta nominato Designer of the Year nel 2017); Guillaume Houzé, presidente della Fondation Lafayette Anticipations; Didier Krzentowski, co-fondatore della Galerie kreo; René-Jacques Mayer, direttore della Ecole Camondo design school; Françoise Seince, storica dell'arte e direttrice dell'Ateliers de Paris e dal designer Pierre Yovanovitch – ha selezionato sei finalisti, tutti con base a Parigi. Protagonisti di questa edizione saranno Adrien Garcia, Julie Richoz, Laureline Galliot, Mathieu Peyroulet Ghilini, Natacha&Sacha e Wendy Andreu.