Serigrafia per l'ANPI, 1980 - Credits: Massimo Dolcini
A sinistra, L'abito della rivoluzione, 1987; A destra, I Concerti delle ventuno, 1988 - Credits: Massimo Dolcini
Prosa, 1997 - Credits: Massimo Dolcini
Riminicinema, 1989 - Credits: Massimo Dolcini
Le cocce dei Sibillini, 2003 - Credits: Massimo Dolcini
A sinistra, L'acqua è poca, non sprecarla; a destra, Camminata della pace, 1980 - Credits: Massimo Dolcini
A sinistra, Idee Vuoto Potere; a destra, Il gusto dei contemporanei, 1983 - Credits: Massimo Dolcini
A sinistra, Da soli si muore; a destra, Ginnastica per anziani - Credits: Massimo Dolcini
News

L’arte grafica secondo Massimo Dolcini

Dopo il debutto a Fano nel 2015, arriva a Sondrio la mostra dedicata a Massimo Dolcini, protagonista della storia della grafica e della comunicazione italiana.

Ospitata negli spazi di Palazzo Sertoli e del MVSA Museo Valtellinese di Storia e Arte, si intitola Grafica per una cittadinanza consapevole ed è aperta fino al prossimo 7 ottobre.

Il percorso espositivo si concentra su una tematica particolarmente cara a Massimo Dolcini, la grafica nell’ambito della comunicazione politica e sociale. E in particolar modo sul concetto di “grafica di pubblica utilità", ovvero al servizio degli utenti, dei cittadini.

Con la curatela di Mario Piazza, la direzione di Cristina Quadrio Curzio e Leo Guerra, la mostra rievoca l’attualità dell’esperienza a Pesaro di Massimo Dolcini, che nel 1971 viene incaricato della comunicazione del Comune, mettendo a fuoco l’immaginario dell’artista e mostrandone la profondità di pensiero.

L’esposizione presenta Dolcini in modo accurato e puntuale, mettendo l'accento sulla sua poliedrica figura: grafico, progettista, fotografo, disegnatore, ceramista, imprenditore, didatta, gastronomo, operatore culturale, manager, appassionato uomo civile e artista.

Places
Airbnb: vacanze nel segno del design
Storytelling
Studio Visit: Pauline Deltour
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

La celebre seduta firmata dal progettista danese nel 1963 si rifà il look, optando per un connubio di pietra e compositi in fibra di carbonio
Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Si trova a Napoli, per la precisione nel quartiere di Chiaia, ed è costruito all’interno di una cava di tufo su sette livelli
Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Un’ossessione da collezionista per Batman. E per i mobili di Eileen Gray. Il più acclamato designer editoriale al mondo rivela le sue passioni e ispirazioni
Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

L’architettura firmata dal progettista comasco Giuseppe Terragni ospita le opere di 18 giovani artisti. Per un solo giorno: giovedì 19 luglio dalle 16.00 alle 22.00
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale