The Human Shelter - Credits: Courtesy of Milano Design Film Festival
Ornamento e Delitto - Credits: Courtesy of Milano Design Film Festival
Chair Times. A History of Seating - Credits: Courtesy of Milano Design Film Festival
Doors_Lualdi Stories - Credits: Courtesy of Milano Design Film Festival
Barbara Stauffacher Solomon: Visions Not Previously Seen di Christian Bruno - Credits: Courtesy of Milano Design Film Festival
Alice Rawsthorn, Guest Curator di Milano Design Film Festival 2019 - Credits: Ph. Michael Leckie
News

Torna il Milano Design Film Festival

Dal 24 al 27 ottobre torna il Milano Design Film Festival, una quattro giorni di proiezioni, incontri e dibattiti – in scena all'Anteo Palazzo del Cinema - che racconteranno storie, stili, avanguardie e inchieste sul mondo del progetto e sulle grandi problematiche sociali.

Tema di questa settima edizione - curata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi insieme a Porzia Bergamasco – è Mind The Gap: un invito a riflettere sui cambiamenti e su tutti quei “gap” che a volte ci allontanano dalle persone.

Ad aprire l'evento sarà la première italiana alla Triennale di Chair Times. A History of Seating di Heinz Bütler, film realizzato in collaborazione con il Vitra Design Museum, che racconta attraverso la collezione di sedie di Rolf Fehlbaum l’evoluzione del prodotto industriale. La proiezione sarà introdotta dallo stesso Fehlbaum in conversazione con Stefano Boeri, Presidente Triennale Milano e con la presenza del sindaco Giuseppe Sala.

Guest curator di edizione è la giornalista e critica Alice Rawsthorn, che partendo dalla domanda “Cosa rende un film un “design film”? ha selezionato film e documentari che dimostrano quanto i “design film” possano abbracciare le tematiche più varie, come il consumismo, l’industrializzazione o l’inquinamento. Come nel caso del film The Human Shelter di Boris Benjamin Bertram, dove il regista danese ci conduce in un viaggio poetico e antropologico per scoprire cosa le persone definiscono casa.

A raccogliere le storie trasversali del mondo del progetto è la sezione Art of Thinking, con pellicole come Operation Jane Walk degli artisti Leonhard Müllner e Robin Klengel o Martin Cries di Jonathan Vinel. Oppure il documentario Push di Fredrik Gertten, vincitore del Politiken Audience Award 2019, che grazie anche agli interventi di Roberto Saviano, Joseph Stiglitz, Leilani Farha (Relatrice Speciale delle Nazioni Unite sul Diritto alla casa) e Saskia Sassen indaga la relazione tra finanza, Real estate e crisi abitativa.

Grande attenzione poi al genere biografico, con le anteprime italiane City Dreamers di Joseph Hillel, Bauhaus Women di Gregor Schnitzler, Harry Seidler: Modernist di Daryl Delora, Barbara Stauffacher Solomon: Visions Not Previously Seen di Christian Bruno, Kurt Keppeler, Nataliija Vekic, Corrado Levi Marrakech Theorie di Alice Guareschi.

Questa edizione sarà poi occasione per inaugurare un altro appuntamento importante: l’AFA - Architecture Film Award - voluto da Silvia Robertazzi e Antonella Dedini e realizzato con la Fondazione dell’Ordine Architetti PPC della Provincia di Milano - finalizzato alla selezione di pellicole dedicate alle differenti dimensioni dell’architettura - dalla città al paesaggio fino ai progetti privati - per incentivare la produzione di opere cinematografiche dedicate al progetto anche come strumento di comunicazione degli architetti.

E poi, spazio alla creatività italiana: da non perdere la proiezione di Ornamento e Delitto unico, filmato di Aldo Rossi, Gianni Braghieri e Franco Raggi per la regia di Luigi Durissi prodotto in occasione della XIII Triennale di Milano (1973), mentre la storia della qualità artigiana delle aziende italiane troverà riscontro nella pellicola prodotta da Lualdi dal titolo Doors_Lualdi Stories, diretto da Francesca Molteni con testi di Patrizia Scarzella. Latta e Caffè di Antonello Matarazzo invece è dedicato al lavoro, poetico e visionario, dell’architetto napoletano Riccardo Dalisi.

Ma saranno tantissime le anteprime, i documentari e gli incontri con gli architetti - tra cui Michele de Lucchi, Mario Botta e Mario Botta - che andranno in scena durante il festival: qui trovate maggiori informazioni sulla programmazione.