Un frame tratto da "RAMS"
Un frame tratto da "Amatrice. The new year zero"
Un frame tratto da "Moriyama-san"
Un frame tratto da "The Power of the archive"
Un frame tratto da "Albert Frey. The Architectural Envoy"
Un frame tratto da "Chez Le Corbusier"
News

Milano Design Film Festival 2018

Ottobre è quel mese dell’anno dove le giornate iniziano ad accorciarsi e vien voglia di andare di più spesso al cinema. A Milano ottobre è anche il mese di MDFF che da sei anni a questa parte porta sul grande schermo una rassegna di titoli che affrontano il tema del progetto. Per farlo quest’anno le organizzatrici hanno scelto il titolo Fast Changing: si parlerà di materiali e di tecnologia, di nuovi modi di costruire in maniera sostenibile ma anche di rivalutazione e restauro. «Da tradizione non mancheranno titoli biografici che ripercorrono la carriera di personaggi storici più o meno conosciuti, e che continuano a essere esempi attuali per creatività e visione», spiega Silvia Robertazzi, ideatrice del format insieme ad Antonella Dedini. Si comincia con una serata di inaugurazione (su invito), mercoledì 24 ottobre al Teatro dell’Arte presso la Triennale, con la prima europea di RAMS, l’atteso film dell’americano Gary Hustwit dedicato a Dieter Rams, pellicola che verrà riproposta nei giorni della rassegna.

Il giorno dopo Milano Design Film Festival si sposta all'Anteo Palazzo del Cinema, entrando nel vivo della rassegna: in programma ci sono oltre 60 proiezioni affiancate da incontri e lecture con registi, progettisti e aziende che supportano la manifestazione, come Arper, Bang&Olufsen, Braun, Cassina, Giorgetti, Ideal Standard, Marazzi, Margraf, Molteni Museum e Unifor, insieme al Salone del Mobile.Milano.

Anche quest’anno ci sarà un guest curator, anzi due: Filippo Pagliani e Michele Rossi dello studio milanese Park Associati. Passando in rassegna i titoli ci si rende subito conto della qualità nella selezione: per gli amanti del design d'autore il film Achille Castiglioni.Tutto con un niente di Valeria Parisi e Object to Project. Giorgetti Design since 1898 di Francesca Molteni. Per gli amanti dell’architettura, invece, Non abbiamo sete di scenografie. La lunga storia della chiesa di Alvar Aalto a Rioladi Mara Corradi e Roberto Ronchi, The Power of the Archive. Renzo Pianodi Francesca Molteni, Chez Le Courbusier grazie al contributo di Cassina, Albert Frey. The Architectural Envoydi Jake Gorst e Amatrice, the new year zero di Giacomo Boeri e Matteo Grimaldi, il racconto della nascita de La Piazza del Gusto, della Tradizione e della Solidarietà di Amatrice su progetto di Stefano Boeri Architetti.

Ci sarà anche una sezione dedicata ai corti di animazione, che annovera Cat Daysdi Jon Frickey (vincitore di molti riconoscimenti tra cui: Stuttgart Festival of Animated Film ITFS: GRAND PRIX Filmfest Dresden: GOLDEN HORSEMAN for Gender Diversity, ARTE Short Film Award) e Verminedi Jeremie Becquer. Per concludere, un’altra novità di questa edizione di Milano Design Film Festival è l’esordio del Premio Internazionale di Architettura e Cinema, a cadenza biennale e concepito per incentivare la produzione di opere cinematografiche che affrontano i temi dell’architettura e del paesaggio, tra fiction, documentari, docu-film, lungo e cortometraggi. Il calendario completo lo potete consultare qui.

Products
Gli speaker firmati David Lynch per Bang & Olufsen
News
Una call per creativi
, torna Worth Partnership Project
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto