LightHenge, piazza XXV Aprile - Credits: Edison
LightHenge, piazza XXV Aprile - Credits: Edison
LightHenge, piazza XXV Aprile - Credits: Edison
LightHenge, piazza XXV Aprile - Credits: Edison
LightHenge, piazza XXV Aprile - Credits: Edison
News

LightHenge illumina Milano Fall Design Week

Dopo aver debuttato in piazza Gae Aulenti in occasione di Milano Design Week, l’installazione di suoni e luci LightHenge, nata dal sodalizio tra Stefano Boeri ed Edison, si sposta in piazza XXV Aprile, ai piedi di Porta Garibaldi.

Questa volta l’occasione è la Milano Fall Design Week, settimana di incontri, talk, mostre e workshop a ingresso gratuito, nel quartiere di Brera e nell’Innovation Design District. Per tutto il mese di ottobre, LightHenge concederà a visitatori e passanti uno spazio di sosta dove ricaricare le batterie, tra giochi di suoni e luce di diversa intensità.

Il progetto LightHenge si compone di una base solida e una proiezione luminosa immateriale, a cui si aggiunge durante il giorno un sottofondo sonoro. La porzione solida dell'intervento è formata da una piattaforma circolare alta 60 cm e con un diametro di otto metri. Da questa base si innalza una foresta di coni, che vanno dai 40 cm ai 350 cm, dove staccare dalla frenesia urbana. Il tutto in un intenso color blu cobalto, che conferisce forte matericità all’installazione.

Un progetto sperimentale condiviso che mette in luce la filosofia dello studio guidato da Stefano Boeri e di Edison. LightHenge è una vera e propria metafora urbana e culturale in miniatura, piccola anticipazione astratta di città e di civiltà del futuro capace di dar corpo, immagine e linguaggi a quel complesso principio universale che prende il nome di energia.

News
Una mostra affronta il tema della riqualificazione delle periferie
Storytelling
A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto