Gli ospiti dell'incontro ospitato presso l'Unicredit Pavilion - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli ospiti dell'incontro ospitato presso l'Unicredit Pavilion - Credits: Ph. Silvia Morara
Carlo Mandelli, Direttore Generale Periodici Italia del Gruppo Mondadori - Credits: Ph. Silvia Morara
Enrico Cereda, Presidente e Amministratore Delegato di IBM Italia - Credits: Ph. Silvia Morara
Da sinistra, Matteo Cirenei, fotografo; Margherita Pincioni, giornalista e curatrice del progetto; Giacomo Giannini, fotografo; Efrem Raimondi, fotografo; Lorenzo Palmeri, designer, Giulio Iacchetti, designer - Credits: Ph. Silvia Morara
Il fotografo Matteo Cirenei - Credits: Ph. Silvia Morara
Il designer Giulio Iacchetti - Credits: Ph. Silvia Morara
Il fotografo Efrem Raimondi - Credits: Ph. Silvia Morara
Veduta dell'allestimento della mostra - Credits: Ph. Silvia Morara
Veduta dell'allestimento della mostra - Credits: Ph. Silvia Morara
A sinistra, il designer Giulio Iacchetti; a destra, il fotografo Matteo Cirenei - Credits: Ph. Silvia Morara
Da sinistra, Matteo Cirenei, fotografo; Giacomo Giannini, fotografo; Margherita Pincioni, giornalista e curatrice del progetto - Credits: Ph. Silvia Morara
Il fotografo Giacomo Giannini - Credits: Ph. Silvia Morara
Credits: Ph. Silvia Morara
News

Walkabout, il libro errante

Tutto è cominciato nel 2013, da un’idea della giornalista Margherita Pincioni, e ha visto la sua prima tappa in occasione della seconda edizione di Milano Photo Week. Ma il viaggio di Walkabout, il libro scritto in modo sequenziale passando di mano in mano di designer, architetti, illustratori, fotografi e stilisti, non si esaurisce qui. Sì, perché Walkabout, the creative journey of a book è un progetto potenzialmente infinito, dove ognuno dei creativi coinvolti ha la possibilità di raccontare un frammento della sua creatività.

È un racconto a più voci dove ogni sezione si lega a quella precedente, tra segni, immagini, storie, foto o illustrazioni. Il primo capitolo di questa avventura è stato presentato negli spazi dell'Unicredit Pavilion di Milano, messi a disposizione da IBM per Icon Design, con una mostra e un incontro con alcuni dei protagonsti del progetto: Margherita Pincioni, Matteo Cirenei, Efrem Raimondi, Giacomo Giannini, Giulio Iacchetti e Lorenzo Palmeri.

Ad accompagnarli in questo in questo viaggio è Matteo Cirenei, che ha realizzato una serie di ritratti nei loro luoghi di lavoro. «Nasco come fotografo di architettura, e per me è stata una sfida ritrarre gli autori di Walkabout. Nelle pagine del libro il soggetto è una presenza, non si vede mai in modo netto e definito. La cosa interessante è che ogni ritratto è diverso dall’altro», racconta.

«Mi ha colpito sin da subito la contemporaneità di questa operazione. È una staffetta davvero interessante», commenta Giacomo Giannini, fotografo. Gli fa eco un altro fotografo, Efrem Raimondi: «Walkabout non è un semplice libro, ma un’opera d’arte. Ed è caratterizzato da un fil rouge unico».

Lorenzo Palmeri, designer, aggiunge: «Non è stato un lavoro semplice, ma devo dire che i progetti a più mani mi hanno sempre affascinato». È d’accordo il designer Giulio Iacchetti. «È un’opera collettiva. E credo che la cosa più interessante sia la sua coralità senza un rendiconto immediato. Concepire qualcosa in modo gratuito in un ambito di inutilità è fonte di arricchimento personale».